Home Politica

Muratori interviene sul tema associazioni

24 aprile 2012 – Luigi Muratori, candidato sindaco della lista civica Arese in testa, ha qualcosa che lo disturba e, come ormai ci ha abituati, lo esterna senza troppi problemi. E’ anche questa volta, probabilmente, il suo intervento susciterà non poche polemiche. “Ho seguito la proposta di alcuni candidati – dice Muratori – di realizzare la nuova Biblioteca all’interno del Centro Sportivo seguita dalla polemica, da voi già pubblicata  il 30 marzo, sulla paternità dell’idea. Questo mi permette di parlare anche di un altro argomento collegato, quello delle associazioni presenti sul nostro territorio. Parlare del fenomeno dell’associazioni ad Arese è, infatti, scoperchiare un altro vaso di Pandora: da una parte si trovano quelle meritevoli di attenzione e di sostegno da parte del Comune e dall’altra quelle nate solo per motivi politici come strumento di raccolta di consensi elettorali”. Ma perché Muratori ce l’ha con le associazioni? “Non ce l’ho con le associazioni – spiega Muratori – ma ho un paio di ragioni per chiedere che su questo argomento si faccia chiarezza. La prima è che forse i cittadini non sanno che, oltre alla pubblicità diretta per la campagna elettorale, riservata di diritto a ogni lista, esiste anche una pubblicità indiretta riservata alle associazioni che viene utilizzata per appoggiare i candidati che queste ritengono più vicini”.

E quindi, secondo Muratori, Arese in testa (ma non solo lei) di questi spazi per la pubblicità indiretta non ne ha avuti, non potendo contare su un retroterra di relazioni con il mondo associazionistico. “Al di la di questo fatto che è contingente – continua Muratori – c’è però anche una seconda ragione per la quale chiedo che venga valutato in maniera analitica il sistema associazionistico aresino. Nella nostra città su circa ventimila abitanti vi sono più di cento associazioni che il Comune aiuta, tra aiuti diretti, sovvenzioni, patrocini e affitto di spazi, per circa un milione di euro l’anno. E’ indubbio che ci sono associazioni che operano fattivamente e concretamente sul territorio, ma altre sono riconducibili in qualche modo ai partiti politici. Io credo che questo sia un danno per gli aresini che impatta sulle spese di bilancio, ma anche per le associazioni veramente meritevoli di attenzione ed aiuto. Da sindaco del Comune di Arese sosterrò solo le associazioni meritevoli, attive e consolidate sul territorio ed è solo per queste che verranno valutati gli spazi necessari e gli aiuti. Non è solo un problema di Patto di Stabilità, è un problema di etica. Mentre il Comune sovvenziona oltre cento associazioni, in questo periodo molti aresini non riescono a pagare la rata del mutuo o non hanno lavoro per mantenere la famiglia e tutti siamo in attesa e preoccupati per la stangata dell’IMU”.

La conclusione di Muratori è caustica: “Spero che ora appaia più chiaro a tutti i cittadini aresini il perché alcuni candidati si sono accapigliati per sostenere di aver avuto loro per primi l’idea di costruire la biblioteca nel bel mezzo del Centro Sportivo Davide Ancilotto, poco male se a spese di un’eventuale area verde o di un campo sportivo. Stanno cercando di accaparrarsi i voti delle associazioni visto che, con la costruzione della nuova biblioteca, la sede al centro Giada verrebbe ceduta come spazio a queste ultime. Alla faccia della coerenza! Non abbiamo ancora ripreso il centro sportivo e già lo barattano per una manciata di voti”.

Questa sera alle ore 21,00 Luigi Muratori e Arese in testa saranno all’auditorium Aldo Moro per la presentazione del programma e dei candidati al consiglio comunale presenti in lista.

Quello delle associazioni era stato un argomento sul quale già tempo fa il Movimento 5 Stelle era intervenuto in maniera critica (leggi qui) e sul quale i Grilliaresini sono tornati proprio oggi, pubblicando sul loro sito un elenco delle associazioni catalogate in funzione dei movimenti politici ai quali queste fanno esplicitamente riferimento, appoggiandole formalmente alle prossime elezioni (clicca qui). Questo elenco è quello utilizzato dal Comune per l’assegnazione degli spazi della pubblicità elettorale indiretta.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.