Home Politica

Nuova viabilità: interviene l’assessore Ioli

20 settembre 2013 – Riceviamo e pubblichiamo questo intervento di Enrico Ioli, vice-sindaco e assessore a Lavori pubblici, Urbanistica, Edilizia privata e pubblica, Ambiente e Viabilità, che chiarisce e ribadisce le posizioni dell’amministrazione in merito al piano per la nuova viabilità cittadina.

Gentile direttore,
il tema della viabilità di Arese avrà un ruolo centrale nella vita dei nostri cittadini da qui ai prossimi anni. Ci troveremo ad affrontare profondi cambiamenti del nostro territorio sui quali non abbiamo modo di incidere: principalmente, Expo 2015 e soprattutto la riqualificazione dell’area ex-Alfa di Arese. Nel corso della campagna elettorale e all’interno del programma ci siamo impegnati a gestire questi cambiamenti avendo in mente un’idea molto chiara: mettere in sicurezza le nostre strade e, al contempo, cercare di “proteggere” il più possibile il centro abitato dall’aumento del traffico che realisticamente si verificherà nel medio termine. Per queste ragioni ritengo sia necessario far comprendere in maniera esatta e precisa l’insieme di interventi che questa Amministrazione intende portare avanti.

Prendendo spunto dall’articolo di QuiArese del 19 settembre e a seguito del vivace dibattito suscitato, vorrei precisare alcuni punti di merito:

1) Il piano presentato (ancora in fase di elaborazione) rispetta i contenuti del programma elettorale. A p. 10 del programma infatti scrivevamo: “Intendiamo intervenire sulla viabilità applicando i principi della moderazione del traffico ed in particolar modo”:

• attuare una revisione generale della viabilità comunale ed in particolare degli assi Resegone/Sempione e Gran Paradiso/Nuvolari/Varzi con l’obiettivo di ridurre la velocità, disincentivare il traffico di attraversamento ed aumentare la sicurezza stradale consentendo il recupero di spazio per parcheggi e piste ciclabili;
• realizzare zone con velocità massima consentita pari 30km/h
• installare rilevatori automatici e sistemi dissuasori della velocità” (p. 10)

2) In campagna elettorale ci siamo espressi negativamente sulla possibilità di aumentare la velocità sugli assi Resegone-Nuvolari. Il piano presentato va in questa direzione.

3) L’incontro del 18/9 è stato realizzato per presentare le linee guida, non un piano già esecutivo. Nella giunta del 19/9 è stato approvato solo il cronoprogramma (non il progetto) degli interventi. Il progetto definitivo-esecutivo sarà pronto solo alla fine di dicembre 2013. La consultazione dei cittadini è stata fatta pubblicamente in una fase ancora aperta alle loro osservazioni, se saranno rilevate delle criticità, saranno possibili modifiche.

4) Le risorse disponibili sono vincolate alla revisione della viabilità esistente degli assi Sempione-Resegone e Gran Paradiso-Nuvolari-Varzi. Se rinunciamo agli interventi, rinunciamo anche alle risorse, sapendo che, in ogni caso, l’A.d.P. è stato approvato e sarà portato a compimento. Pertanto non resta che attrezzarsi per gestire il cambiamento nel modo corretto. Per una ragione molto semplice: ad oggi la nostra viabilità non è idonea. L’alternativa qual è? Lasciare tutto come è ora, perdere il finanziamento e sperare che il traffico non aumenti. Nel qual caso, saremmo in futuro impotenti e privi di mezzi per intervenire.

5) Gli interventi sono stati previsti studiando attentamente i flussi di traffico attuali e le proiezioni future. Sono stati inoltre presi in considerazione i dati sulla elevata incidentalità dei tratti stradali in questione. Inoltre, il piano si integra coerentemente con tutti gli altri interventi previsti ai confini del comune di Arese.

6) Le auto saranno certamente rallentate perché al massimo ogni 400 metri avranno un attraversamento rialzato o una rotonda vera. Attualmente ci sono semi-rotonde, attraversabili senza modificare né traiettoria né velocità.

7) Il piano è motivato soprattutto dal mettere in sicurezza l’utenza “debole”. Pedoni e ciclisti avranno più punti di attraversamento rispetto ad ora. Verrà realizzato un asse ciclabile radiale verso il centro (come da programma elettorale) che consentirà di usare la bici al posto dell’auto, in sicurezza, per utilizzare i servizi della città.

Nei prossimi mesi, inoltre, organizzeremo altri incontri sul territorio per spiegare nel dettaglio il piano degli interventi e per valutare le segnalazioni dei cittadini. Sul sito del Comune sarà pubblicata la presentazione del PIM proiettata nel corso della serata.

La ringrazio per l’attenzione e Le porgo i miei più
Distinti saluti
Enrico Ioli

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese