Home Politica

Palestra su Innova: “Convocheremo le parti”

16 luglio 2013 – Come annunciato, si è tenuto nel tardo pomeriggio di ieri l’incontro tra l’amministrazione comunale, rappresentata dal sindaco Michela Palestra (nella foto) e dall’assessore alle Politiche del lavoro Giuseppe Augurusa, e una delegazione dello Slai Cobas. L’incontro è stato organizzato a seguito della richiesta delle stesse rappresentanze sindacali, che volevano discutere con l’amministrazione della sentenza con la quale il Tribunale di Milano ha condannato la società Innova service al reintegro di tutti i lavoratori licenziati due anni e mezzo fa, oltre alla corresponsione dei contributi e delle retribuzioni pregresse. Oltre all’aspetto economico, il nodo principale della vicenda è rappresentato dal fatto che Innova Service, la società che, secondo quanto stabilito dai giudici, dovrebbe reintegrare gli operai licenziati in violazione dell’Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, non opera più da tempo all’interno dell’area ex Alfa.

Criticità ovviamente ben chiara anche ai rappresentanti del Comune di Arese, che così commentano l’incontro: “L’Amministrazione ha preso atto del dispositivo del Tribunale auspicando il rispetto della sentenza e tuttavia, al tempo stesso, ha espresso preoccupazioni per la piena esigibilità in relazione allo status delle imprese coinvolte. A tal proposito, nei prossimi giorni, le parti in causa saranno convocate presso il palazzo comunale al fine di verificarne gli orientamenti. L’Amministrazione ritiene altresì necessario proseguire nelle verifiche delle situazioni contributive dei singoli, così come avviato in sede di ARIFL (Agenzia Regionale per l’Istruzione, la Formazione e il Lavoro) a seguito dell’accordo del novembre 2012, strumento utile ad attenuare l’impatto sociale dell’annosa vicenda”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese