Home Politica

Palestra: “Venerdì incontreremo abitanti Valera”

21 aprile 2016 – Dopo l’intervento in apertura del consiglio comunale di lunedì scorso (leggi qui), il sindaco, Michela Palestra, torna a parlare di quanto accaduto in occasione del primo fine settimana di apertura de Il Centro. In parte per ribadire i concetti espressi in assemblea, ma anche per dare alcune notizie supplementari, in particolare per quanto riguarda la situazione della frazione di Valera, dove si sono registrati i maggiori problemi relativamente alla viabilità interna.

“I giorni scorsi – ribadisce Palestra – in occasione del primo fine settimana dopo l’apertura del centro commerciale, si sono registrati numeri oltre le aspettative, 80 mila presenze giovedì e venerdì, 100 mila sabato e domenica, numeri che con la contestualità del Salone del Mobile hanno messo in difficoltà la viabilità del quadrante del Nord/ovest. Attendiamo di verificare nei prossimi weekend quale sarà il numero di visitatori a regime, finito l’effetto novità e, nel frattempo, rimane altissima l’attenzione e lo sforzo per gestire l’afflusso di visitatori con tavoli ai massimi livelli istituzionali e a livello locale”.

Già nella mattinata di lunedì 18 era stata convocata una riunione sovracomunale con i comuni di Lainate, Garbagnate Milanese e con la proprietà, gestita e coordinata dal Comune di Arese, nella quale si era fatto il punto della situazione, analizzando le criticità emerse. “E’ prioritario al momento – dice Palestra – attivarsi per strategie di breve periodo e individuare soluzioni immediate. A tal fine, poiché un elemento debole si è verificato essere l’accesso ai parcheggi, si sono già condivise le seguenti azioni: è stato concordato di aumentare significativamente le indicazioni per i parcheggi, introdurre segnali luminosi che indichino in modo rapido le disponibilità e indirizzino correttamente il flusso delle macchine limitando l’intasamento delle arterie principali; è stata pianificata la ‘messa a sistema’ per le strutture dei parcheggi in modo che l’area dedicata di  pertinenza del centro commerciale sia collegata internamente a quella usata come parcheggio remoto per Expo; sono stati concordati interventi sulle rotonde per realizzare corsie dedicate di immissione ai parcheggi che velocizzino l’eventuale accodamento senza gravare sulla viabilità ordinaria”.

Il sindaco ha poi dichiarato che, nonostante flussi superiore alle attese, i parcheggi a disposizione in area centro commerciale sono stati sufficienti a garantire la piena ricettività delle auto in arrivo, ribadendo che i problemi si sono verificati principalmente per via degli accessi alle aree di sosta: “Sottolineiamo – dice Palestra – che nonostante il forte afflusso, i numeri sono oggettivamente eccezionali, non sono mancati i parcheggi: 6 mila posti nel centro commerciale, 500 messi a disposizione nel parcheggio prospiciente e 5 mila con l’apertura del parcheggio remoto utilizzato per Expo, rendono sufficiente l’offerta anche in momenti particolari. E’ necessario però garantire un facile e veloce accesso. Teniamo presente che siamo nella fase di avvio, le valutazioni complessive dovranno essere fatte con la situazione a regime. Risulta poi fondamentale in questo momento esercitare sugli enti di competenza ogni forma di pressione per completare le opere infrastrutturali già previste all’interno dell’accordo come il ribaltamento del casello di Lainate per i flussi provenienti da Nord”.

Riguardo a Valera, il sindaco ha annunciato che per venerdì è previsto un incontro con gli abitanti della frazione: “Per quel che riguarda il nostro territorio – annuncia Palestra – punto critico si è rivelato essere Valera, sulla frazione si è verificato, oggettivamente, un carico anomalo che non siamo disposti a tollerare. Siamo pronti a intervenire con azioni concrete da mettere a sistema con gli interventi già pianificati a livello sovracomunale.  Nella giornata di venerdì si terrà un incontro con una delegazione degli abitanti di Valera, dove sarà esplicitato il nostro impegno per impedire il ripetersi di quanto avvento lo scorso fine settimana. E’ bene che sia noto a tutti che la dotazione di personale della Polizia Locale del Comune di Arese è limitata, attualmente mancano ben 5 agenti, previsti nell’organico, e che, causa vicoli sulle assunzioni, non possiamo assumere: 11 agenti effettivi, compreso il comandante, tutti mobilitati a presidio delle situazioni di maggiore criticità. Dovendo stabilire le priorità è stato scelto di regolare i flussi di traffico, e di non sanzionare i divieti di sosta, indicazione rafforzata da un sollecito del Questore al presidio territoriale sulle strade in prossimità del centro commerciale”.

Novità a brevissimo termine non sembrerebbero invece essere previste per il trasporto pubblico in direzione centro commerciale: “Importanti – motiva il sindaco – sono i ragionamenti in corso sul potenziamento del trasporto pubblico locale che tuttavia può essere efficace solo nel momento in cui il sistema complessivamente verrà adeguato. In un situazione di congestione la presenza di altri autobus risulterebbe inefficace e non fornirebbe una reale alternativa al raggiungimento del centro commerciale in quanto i mezzi sarebbero bloccati nel traffico veicolare, analogamente alle auto, così come accaduto nel fine settimana scorso”.

Anche sulla possibile futura apertura di Ikea nell’area dove c’era l’autosilo, Palestra ha ribadito quanto anticipato nel corso del suo intervento in consiglio comunale: “In merito ai futuri sviluppi dell’area – conferma il sindaco – inutile negare che sono in corso contatti fra soggetti privati, contatti che in questa fase preliminare non prevedono il coinvolgimento degli enti. Tuttavia la posizione dei Comuni coinvolti è chiara e ferma nel pretendere che qualsivoglia ulteriore insediamento debba necessariamente essere supportato da un adeguata viabilità sovracomunale che possa reggere un flusso veicolare elevato. Infine, la firma di questo Accordo di Programma è avvenuta prima dell’insediamento di questa amministrazione. Non intendo con ciò sottrarmi in alcun modo alle mie responsabilità, ho gestito le fasi successive alla firma e, da subito, ho instaurato un dialogo costruttivo con la proprietà”.

Palestra, infine, accenna alle trasformazioni in atto sul nostro territorio e collegate all’asp, valutandole complessivamente come un’opportunità positiva per Arese: “Come in tutte le cose – conclude il sindaco – ci sono pro e contro, da un lato un disagio, temporaneo, dato dal traffico, dall’altro il recupero di un’area da tempo improduttiva con relativa bonifica e tante opere per la nostra città: la ristrutturazione del centro sportivo, i lavori nelle scuole, i lavori sulla viabilità e non da ultima la realizzazione della nuova biblioteca, attesa da vent’anni, che sarà un modello di funzionalità ed efficienza. Non è da tralasciare l’opportunità  occupazionale concretizzatasi con assunzioni già in essere. Ai cittadini aresini comunque dico che non esiterò ad adottare ogni misura necessaria atta a tutelare la città”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese