Home Politica

Passaparola: “E confronto e trasparenza?”

28 ottobre 2014 – Passaparola, annunciando la pubblicazione del video della serata del 20 ottobre (guarda qui), torna a criticare la maggioranza in tema di ascolto, attitudine al confronto e trasparenza. “Il quarto auditorium organizzato da Passaparola pieno di cittadini di Arese – sostengono dal comitato – dimostra inequivocabilmente l’errore di fondo di questa amministrazione che ha ormai perso ogni contatto con la cittadinanza. Una amministrazione che scappa dal confronto in nome di incomprensibili ordini di scuderia, che invita a palazzo singolarmente invece di affrontare pubblicamente la cittadinanza. Sembrano passati anni luce da quando nel marzo 2013 l’attuale sindaco annunciava che ‘C’è uno stile di far politica che sento nelle mie corde che passa dall’ascolto, dal dialogo e dalla condivisione’. Forse quelle corde si sono rotte e la musica stonata che si sente ormai da tempo è solo autoreferenzialità”.

Il comitato torna poi sulla mancata partecipazione dei consiglieri comunali di maggioranza alla serata organizzata dal gruppo: “Lunedì 20 ottobre – dicono da Passaparola – rifiutando l’invito a partecipare alla serata in un auditorium gremito di cittadini, i consiglieri comunali di maggioranza hanno ottenuto sicuramente i complimenti del vicesindaco, che in una assurda mail li ha subito ringraziati per aver rifiutato l’invito, per aver in quel modo dimostrato compattezza in un momento dallo stesso definito ‘importante’, ma hanno anche dimostrato a tutta Arese qualcosa di più profondo e sconvolgente. Da sempre chi si sottrarre al dialogo, al confronto, chi non vuole esprimere pubblicamente la propria idea e posizione, chi non ha il coraggio di farlo, dimostra comunque la scarsità di argomentazioni e di elementi a supporto della propria tesi. Una sconfitta che pesa dunque come un macigno su tutta Arese, in quanto quelle persone con quelle idee che non hanno il coraggio o la capacità di difendere e argomentate in pubblico, si sono oggi arrogate il diritto di decidere delle strade dove vivremo tutti noi con i nostri figli. Una cosa è certa, se al bar Apollo accadrà qualche evento già oggi prevedibile ed evitabile, i consiglieri di maggioranza non potranno dire: ‘scusate ma dovevamo dimostrare compattezza politica’. Consiglieri comunali che sono ancora in tempo per rimediare. Basterebbe infatti evitare di vedere tutti come avversari, ragionare sugli interventi invece di confidare in atti di fede, in quanto sulle strade non ci sono squadre e avversari da sconfiggere, ma solo pedoni e cittadini da tutelare”.

Passaparola torna poi a battere il tasto della trasparenza: “Finalmente – rimarca il Comitato – dopo quasi tre settimane abbiamo potuto vedere pubblicata sull’Albo Pretorio Online, unico luogo dove gli atti approvati vengono resi pubblici e disponibili ai cittadini, la delibera di giunta n.173 del 02/10/2015, con la quale la giunta ha approvato il progetto di viabilità. Le delibere normalmente si approvano non verbalmente ma per iscritto. E soprattutto, si pubblicano tempestivamente se le si vuole commentare o promuovere. A noi cittadini deve essere dato il diritto di verificare, controllare e analizzare. Negli altri Comuni le deliberazioni di giunta vengono pubblicate dopo poche ore dalla loro adozione, e così avveniva anche ad Arese durante il periodo del commissario Pavone. Oggi, nell’era del sindaco Palestra, dobbiamo attendere venti giorni. Questa è dunque nei fatti la trasparenza e la partecipazione del Patto Civico e del sindaco Palestra?”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese