Home Politica

Pd: “Due risultati storici in un anno”

03 luglio 2014 – Con l’approvazione del Piano di Governo del Territorio (Pgt), avvenuta lunedì scorso in consiglio comunale (leggi qui) e con la conclusione della fase progettuale del piano viabilità, i cui atti di indirizzo saranno approvati oggi dalla giunta (leggi qui), la maggioranza conclude, almeno a livello di progettazione, i due lavori più complessi e articolati che si è trovata sul tavolo in questo primo anno di amministrazione: “Siamo molto soddisfatti – commenta Luca Nuvoli, segretario del Pd di Arese (nella foto) – di aver portato a casa, in meno di un anno, due risultati storici: l’approvazione del primo Pgt della storia di Arese e la chiusura del piano viabilità. Come Pd, come Patto Civico per Arese, come amministrazione abbiamo dimostrato che su di noi gli aresini possono contare e che, quando diciamo, facciamo”.

Secondo il segretario del Pd entrambi i progetti sono stati portati a termini rispettando quelli che erano gli obiettivi programmatici che la maggioranza si era data: “Pgt e piano viabilità – sostiene Nuvoli – intervengono sui problemi di oggi e mettono al sicuro il futuro della nostra città. Il Piano di Governo del Territorio è, anzitutto, un piano a consumo di suolo zero e mette fine al circolo vizioso, adottato da troppe amministrazioni per decenni, di usare l’edificazione per pagare la spesa corrente del Comune. Il piano viabilità, invece, interviene a correggere le evidenti storture di oggi, come la velocità eccessiva e il traffico di attraversamento, disegnando al tempo stesso la mobilità del futuro, che non può essere che sostenibile.”

Nuvoli guarda poi al futuro, delineandolo a più ampio raggio, quello di Città Metropolitana a guida Pd: “Questi due grandi progetti – conclude il segretario del Pd – dimostrano che Arese interpreta da protagonista i cambiamenti in corso. La nostra visione del territorio, improntata alla sua tutela e valorizzazione, sarà da mettere in gioco anche in ambito provinciale, quando a breve entrerà in vigore la Città Metropolitana. La cronaca politica di questi ultimi mesi ci conferma che la Provincia è estinta da tempo ormai. Negli anni, abbiamo ascoltato troppe promesse di opere mai realizzate, i cui sponsor politici sono stati poi silurati dallo stesso Podestà, come nel caso del principale sponsor della cosiddetta tangenzialina, l’assessore De Nicola. Una Città Metropolitana, guidata da sindaci di centrosinistra e trainata politicamente dal Pd, è quindi la benvenuta”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese