Home Politica

Pd: “Da Lega attacco indegno alla persona”

03 novembre 2015 – Il Pd di Arese scende compatto in campo a difesa del vicesindaco Enrico Ioli, duramente attaccato dalla Lega Nord con alcuni manifesti esposti questa mattina all’esterno della sede del Carroccio, e da domani affissi in tutta Arese (leggi qui). Una difesa a tutto campo nei confronti di quello che il segretario cittadino del Pd, Luca Nuvoli, definisce come “un attacco indegno alla persona, che respingiamo al mittente”. Il segretario del Partito Democratico rifiuta la personalizzazione dello scontro, sottolineando come a prendere le decisioni sia tutto il gruppo del Pd, che se ne assume le responsabilità in maniera unitaria. Nuvoli definisce anche quella della Lega Nord come un’iniziativa senza precedenti nelle dinamiche politiche cittadine.

“Da notizie di stampa – dice Nuvoli – apprendiamo con stupore e indignazione che la Lega Nord di Arese ha lanciato una campagna diffamatoria nei confronti del nostro vicesindaco, Enrico Ioli. La nostra comunità politica rifiuta con sdegno un’iniziativa che mira esclusivamente all’attacco personale e al tentativo di gettare discredito su un nostro autorevole esponente. Riteniamo indegna questa operazione, nei modi e nei contenuti. Al tempo stesso siamo naturalmente uniti insieme a Enrico a fronteggiare quest’attacco. Tutte le nostre persone impegnate direttamente per il bene di Arese non agiscono mai da sole, ma fanno parte di un gruppo che prende decisioni e si assume responsabilità in maniera unitaria. Con la stessa forza respingiamo al mittente l’iniziativa senza precedenti della Lega Nord di Arese”.

Oltre al vertice cittadino del partito, anche la capogruppo Dem in consiglio comunale, Chiara Varri, stigmatizza l’iniziativa della Lega Nord, attribuendola a una mancanza di argomenti oggettivi, conseguenza dei positivi risultati ottenuti dalla giunta in questi due anni e mezzo di governo cittadino: “L’iniziativa politica della Lega Nord di Arese – sostiene Varri – è senza precedenti, offensiva e del tutto infondata nel merito. Agli esponenti della Lega Nord va come minimo ricordato che loro stessi hanno approvato in consiglio comunale lo scorso anno il Piano di Governo del Territorio in cui erano esplicitamente previste le rotonde che oggi criticano senza alcuna coerenza. Evidentemente il cambio di passo dopo tanti anni alla guida di Arese e gli importanti risultati già ottenuti in questa prima metà del mandato della giunta Palestra non danno argomenti sufficienti ai nostri avversari, costretti, per far sentire la propria voce, a rifugiarsi nell’insulto alla persona. Il Partito Democratico resta convinto che le critiche costruttive e le proposte alternative siano il sale indispensabile di un sano confronto politico; ma ritiene che tali indegne e scomposte campagne di comunicazione strumentale nuocciano gravemente al vivere cittadino e democratico”.

Nel suo intervento il Pd, infine, oltre ad allegare al comunicato la dichiarazione di voto con la quale la Lega esprimeva in consiglio comunale, nel giugno 2014, il suo parere favorevole al Pgt predisposto dall’amministrazione Palestra, evidenzia come alle posizioni espresse da Nuvoli e Varri si associno i consiglieri comunali, gli assessori e tutto il direttivo del Partito Democratico di Arese.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese