Home Politica

Pd: se salta Cirinnà, registro coppie di fatto

21 gennaio 2016 – Il Partito Democratico di Arese diffonde un comunicato per rendere nota la sua posizione su un tema di carattere nazionale, dichiarando il proprio sostegno al disegno di legge Cirinnà, che si propone l’obiettivo di disciplinare l’istituto delle unioni civili, comprendenti dunque anche le unioni fra persone dello stesso sesso. “Il Pd di Arese – si legge nel comunicato – ritiene che il mancato riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso rappresenti un elemento di arretratezza e di inciviltà, che ci colloca agli ultimi posti in Europa sul tema dei diritti civili”.

Un sostegno che però potrebbe avere risvolti importanti anche sulla politica cittadina, perché i Democratici dichiarano anche che qualora il disegno di legge Cirinnà non dovesse essere approvato, il Pd aresino “intende portare avanti un impegno preciso di fronte alla propria comunità” facendosi promotore del registro delle coppie di fatto ad Arese.

Il Pd offre poi una sua analisi della Cirinnà: “La legge in discussione in questi giorni nel Parlamento italiano – sostengono i democratici – va oltre la semplice ratificazione delle unioni omosessuali. Si tratta infatti di un provvedimento organico, che abbraccia concretamente i vari ambiti della vita di milioni di persone che ancora oggi non godono dei medesimi diritti degli altri cittadini, ovvero: la reciproca assistenza in caso di malattia, la possibilità di decidere per il partner in caso di ricovero o di intervento sanitario urgente, il diritto di ereditare i beni del partner, la possibilità di subentrare nei contratti, la reversibilità della pensione, la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare, il pieno riconoscimento dei diritti per i bambini figli di due mamme o di due papà, sono solo alcuni dei diritti attualmente negati”.

Il segretario del circolo aresino, Luca Nuvoli, annuncia infine che il Pd di Arese sarà presente alla manifestazione di sabato prossimo a Milano: “Il Pd di Arese – dice Nuvoli – si schiera con decisione a fianco dell’iniziativa parlamentare del Partito nazionale che ci vede impegnati in prima linea per approvare finalmente l’istituto delle unioni civili. Anche il nostro circolo, determinato e pieno di entusiasmo, sarà presente alla manifestazione di Milano che aderisce alla mobilitazione nazionale Svegliati Italia indetta per il prossimo sabato 23 gennaio in tantissime piazze del nostro Paese”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese