Home Politica

Pgtu: prende posizione anche Patto Civico

20 febbraio 2013 – Dopo l’intervento di Luigi Muratori, che gli imputava una completa assenza su un tema fondamentale per la città, come quello della nuova viabilità (leggi qui), è arrivata anche la presa di posizione del Patto Civico per Arese che, si legge in un comunicato, “si schiera con nettezza contro la delibera commissariale numero 22 del 29.01.2013 in merito alla viabilità aresina che va a potenziare assi ad alto scorrimento nel mezzo della città, con l’inevitabile aumento del traffico interno e con gravi e pesanti ripercussioni sulla salute e sulla sicurezza dei cittadini”. La coalizione composta da Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà, Italia dei Valori, Unione Italiana e Un forum per la città va oltre e afferma che “la decisione presa dal commissario è sbagliata e sarà cambiata il giorno dopo le elezioni”.

Il peccato originale, secondo il Patto Civico, è stato quello di non includere il Piano della Viabilità all’interno dell’Accordo di Programma: “Le modifiche che si intendono portare avanti – spiegano dalla coalizione – sono in netto contrasto con tutti i principi di moderazione del traffico. Riteniamo questa scelta derivante direttamente dall’infelice decisione di aver stralciato il piano della viabilità dall’Adp, quando invece la progettazione delle vie di comunicazione sarebbe parte imprescindibile di un progetto.

Non viene al momento fornita nessuna indicazione precisa su eventuali alternative, che sono comunque in fase di valutazione: “Vanno studiate – dicono i portavoce della coalizione – soluzioni differenti e per questo stiamo analizzando nel dettaglio tutta la documentazione. Occorre trovare soluzioni praticabili, che possono effettivamente corrispondere ai bisogni della comunità. Per tali ragioni, elaboreremo una serie di proposte concrete che possano preservare le caratteristiche urbanistiche della nostra città e, al contempo, che la difendano da ogni ipotesi di stravolgimento del suo tessuto urbano”.

Non manca, infine, quella che sembra essere una risposta diretta a Muratori, che qualche ora fa aveva chiamato in causa il Patto Civico per la sua assenza sulla questione: “Diffidiamo – è la conclusione – da quanti, in questi giorni, stanno facilmente montando un caso politico del tutto pretestuoso e surreale dinanzi a una decisione che, al contrario, meriterebbe un ragionamento serio e ponderato. Non intendiamo dunque rispondere a provocazioni, speculazioni di bassa lega né ad alimentare un dibattito politico tutto incentrato sul bieco tornaconto elettorale. Il Patto Civico per Arese non intende prestarsi a simili strumentalizzazioni e continuerà ad affrontare il tema cercando di informare e coinvolgere il più possibile i cittadini, mantenendo il profilo di serietà e responsabilità che sarà necessario assumere durante la prossima amministrazione. Faremo pertanto richiesta alla struttura tecnica comunale di visionare tutta la documentazione per verificare se sono state effettivamente studiate le conseguenze dell’intervento presentato, al fine di aver un quadro completo”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese