Home Politica

“Caro Comitato, ecco perché non ci sarò”

28 marzo 2012 – “Ringrazio il Comitato Difendiamo Arese dell’invito alla serata di oggi ma io non ci sarò”. E’ questa la risposta del candidato sindaco di Arese in Testa Luigi Muratori all’invito fatto ai sette candidati sindaci dal Comitato Difendiamo Arese di partecipare all’assemblea pubblica di questa sera dove si discuterà di quanto emerso nella riunione in Regione Lombardia dove si è parlato della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) sull’AdP per l’area ex Alfa (leggi qui). Non ci sarò – prosegue Muratori – non perché non mi interessa l’area ex-Alfa né perché non rispetto il lavoro fin qui svolto dal Comitato; nel nostro programma, in varie occasioni, abbiamo chiaramente spiegato la nostra posizione negativa su questo Accordo di Programma, quindi se io sarò sindaco, non lo approverò. Penso però che si siano già spese troppe parole e non credo ne servano altre, soprattutto se, con tutto l’impegno profuso dal Comitato, esso stesso, oggi, ammette di non essere arrivato a nulla”.

Muratori motiva però anche politicamente la sua mancata presenza: “Visto lo schierarsi di membri del direttivo nelle liste di alcuni candidati sindaco, questo incontro appare più una volata per favorire questi ultimi piuttosto che un vero interesse per le opinioni dei cittadini. La questione dell’ex area Alfa è ormai diventata più un tema di speculazione elettorale che di reale attenzione alle necessità della città. Da una parte c’è chi si sente il depositario delle ragioni dell’Area ex Alfa, dall’altra ci sono candidati che per un pugno di voti, sono disposti a vendere la pelle al diavolo, dando appoggio alle idee del comitato solo per puro opportunismo elettorale, per sentirsi poi liberi di fare i propri interessi appena eletti. Schierarsi, mascherando un candidato sindaco dietro un nobile principio, in realtà, nasconde ai cittadini le sue vere intenzioni. Non è questo il modo di fare politica, né questo è il modo di fare gli interessi dei cittadini. Non si può pensare che la battaglia riguardo l’ex area Alfa, sia pur nobile, valga la mistificazione di un candidato all’opinione pubblica”.

Detto che, qualora eletto, il candidato di Arese in Testa non firmerà l’AdP, rimane in Muratori un certo scetticismo su come si stanno muovendo altri candidati: “Purtroppo quello che ormai sta accadendo è che la Regione Lombardia sta andando avanti come un treno e il Comitato Difendiamo Arese rischia di vendere le sue nobili idee a dei candidati che non potranno o non vorranno fare quanto oggi promettono. Mi auguro per primo di aver torto e che in cambio dello stralcio per la tangenzialina non ci troveremo comunque con il centro commerciale più grande d’Europa senza aver negoziato neanche un mezzo pubblico elettrico o su rotaia o un posto di lavoro per i nostri concittadini”. La conclusione di Muratori è piuttosto sarcastica e contesta la scelta del Comitato, o di alcuni suoi membri, di avere accettato un posto nelle liste elettorali per il rinnovo del consiglio comunale: “Auguro a chi parteciperà alla serata di assistere almeno a un confronto tra Augurusa e Ravelli, mancando altri candidati sindaco, sempre che, quest’ultimo, non mandi come suo portavoce Paolo Venutti, membro del direttivo del Comitato Difendiamo Arese e iscritto nella lista di Ravelli”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese