Home Politica

“Incomprensibile l’atteggiamento delle minoranze”

04 maggio 2016 – Arriva in aula, a firma del sindaco, Michela Palestra, e del presidente del consiglio comunale, Veronica Cerea, la risposta alle opposizioni che, in segno di protesta nei confronti della giunta, avevano abbandonato l’aula consiliare all’inizio della seduta dello scorso 18 aprile (leggi qui). Di seguito il testo della risposta, letto nel corso dell’ultima assemblea cittadina.

Egregi consiglieri,
riteniamo che le dichiarazioni riportate nel documento in oggetto meritino una risposta puntuale. Ci risulta incomprensibile l’atteggiamento assunto dalle forze di minoranza che hanno abbandonato l’aula non consentendo un democratico confronto. Nel documento letto in consiglio comunale sono stati accostati temi già dibattuti, argomenti già trattati nelle comunicazioni del Sindaco e altri che lo sarebbero stati nel corso della seduta. In alcuni casi, addirittura, si chiede conto di notizie diffuse dai giornali e non da fonte ufficiale del Comune. In particolare relativamente ai singoli punti elencati vorremmo precisare che:

1. Durante le comunicazioni il Sindaco ha dichiarato che riteneva corretto riferire prima di tutto al consiglio comunale la situazione rispetto ad un possibile insediamento del gruppo Ikea sull’area. Sempre nelle comunicazioni che avete avuto modo di ascoltare prima di abbandonare l’aula è stato anche riferito che sono in corso contatti tra i due soggetti privati Ikea e Finiper proprietario dell’area, contatti che in questa fase non prevedono in alcun modo il coinvolgimento delle Amministrazioni comunali.

2. Per quanto riguarda la dichiarazione del Presidente Maroni rilasciata durante l’inaugurazione del Centro commerciale alla presenza di tutti o quasi i consiglieri di minoranza ed inerente la costruzione di una piscina olimpionica quest’amministrazione non è stata resa parte attiva.

3. Come più volte dichiarato anche in sede di consiglio comunale il servizio della linea 561 viene costantemente monitorato ed adeguato anche in funzione delle richieste pervenute dall’utenza. Per quanto riguarda il costo, esso è espresso in maniera trasparente all’interno dei dati di bilancio, le variazioni sono riconducibili alle eventuali modifiche del percorso e della frequenza.

4. Come già comunicato dal Sindaco durante il consiglio comunale del 18 Aprile, si sarebbe provveduto a illustrare puntualmente i progetti dei lavori pubblici derivanti dallo “sblocco del patto di stabilità” nella seduta del consiglio che avete però consapevolmente abbandonato. Nella seduta del 28 Aprile alla sola presenza dei consiglieri di maggioranza si è provveduto, come preannunciato, ad illustrare il piano delle opere pubbliche; inoltre, a dimostrazione della volontà di aprire un dialogo non solo con le forze politiche ma anche con i cittadini, identica presentazione è stata fatta durante la riunione della commissione sostenibilità ambientale del 19 Aprile 2016 da parte dell’Assessore competente.

5. In merito agli impegni previsti in convenzione da parte del concessionario del centro sportivo, in particolare relativamente alla “mancanza agonistica del calcio”, sottolineiamo che l’attività calcistica è ripartita da tempo e, a quanto risulta, verrà sviluppata ulteriormente per l’anno prossimo.

6. Nella seduta del 27 Novembre 2014 si è data lettura di tutte le mozioni in sospeso e delle relative risposte; in quell’occasione abbiamo anche risposto alla mozione, non interrogazione come erroneamente riportato nel Vostro documento, che chiedeva di eseguire uno studio di fattibilità per la riapertura della via XXV Aprile: il documento è stato predisposto ed inviato a tutti i capigruppo consiliari.

7. I costi per la realizzazione della nuova biblioteca si possono evincere dalla lettura del bilancio consuntivo 2015 in mano ai consiglieri comunali dal 7 aprile scorso. Questa seduta che vede all’odg la votazione del rendiconto del nostro comune sarà l’occasione per approfondire il tema, se richiesto dai consiglieri comunali. Per quanto riguarda  i costi di gestione, seppur evidentemente ad oggi non certificabili, essi sono stati analizzati nelle loro possibili fluttuazioni e risultano comunque sostenibili all’interno del nostro bilancio.

8. Riguardo la rettifica dei confini, questa Amministrazione in effetti fa male a non enfatizzare risultati invece inutilmente perseguiti, almeno nelle intenzioni dichiarate, da precedenti compagini amministrative: abbiamo forse troppo rispetto delle istituzioni! Comunque senz’altro il consiglio comunale sarà investito della problematica non appena il procedimento, che auspichiamo vada a buon fine, coinvolgerà le competenze dell’Organo.

Ribadiamo che ci siamo sempre adoperate, per quanto di rispettiva competenza, per assicurare il coinvolgimento delle forze di opposizione, coinvolgimento che però presuppone una corretta informazione e reale volontà di ascolto e dialogo. Rivendichiamo con forza la dimostrata e sinceramente perseguita volontà di coinvolgimento ed informazione delle minoranze, attitudine già concretamente dispiegata in misura ben maggiore rispetto a quella che qualcuno degli amministratori oggi in carica ha potuto invece “apprezzare” in passato. Ci auguriamo quindi, anche per rispetto della Comunità, che le forze di minoranza vogliano riaprire quel dialogo che è stato interrotto con l’abbandono dell’aula consigliare.

Con i più cordiali saluti
Il Presidente del Consiglio​ – Veronica Cerea
Il Sindaco – ​Michela Palestra

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese