Home Politica

“Spiegheremo noi agli aresini i nuovi progetti area ex Alfa”

16 novembre 2018 – Il Movimento 5 Stelle, con Michaela Piva, Passaparola, con Massimiliano Seregni, e Arese in Testa, con Luigi Muratori, organizzano per il prossimo mercoledì 21 novembre, alle ore 21.00, presso il Centro Civico, un incontro pubblico per illustrare ai cittadini quello che, in base alle informazioni da loro raccolte, sarebbe in discussione  nelle sedi dove si discute e “si decide del futuro dell’area ex Alfa Romeo e del nostro territorio”. Un incontro pubblico che secondo la descrizione fatta dagli organizzatori sarà “scoppiettante e ricco di colpi di scena”.

“Ognuno di noi – premettono gli organizzatori – conserva la propria idea politica e storia personale, ma oggi l’esigenza è quella di rompere il silenzio, unire le forze intorno ad un’iniziativa organizzata con i cittadini e diretta a mostrare e far comprendere l’importanza e l’impatto di quello che, nel silenzio, è in discussione da quattro anni”.

Piva, Seregni e Muratori anticipano poi alcuni dei contenuti della serata: “Sarà l’occasione – dicono – per ripercorrere i fatti, analizzare la situazione e le proposte progettuali contenute nei documenti e nei verbali degli incontri che nessuno, inspiegabilmente, ha mai voluto mostrare ai cittadini. Si parlerà sicuramente dello ‘Ski dome’, ma anche di tutto quello che è previsto a suo fianco. Dell’arrivo di Ikea e dei progetti di trasporto, gestiti come se fossero segreti di stato. Quindi, penseremo noi ad informare la cittadinanza in una serata che si annuncia scoppiettante e ricca di colpi di scena”.

In chiusura M5S, Passaparola e Arese in Testa tornano a parlare di trasparenza, o meglio di quella che a loro avviso sarebbe la scarsa trasparenza dell’attuale amministrazione: “La trasparenza – concludono Piva, Seregni e Muratori – non è ben voluta da questa amministrazione, che dal 19 ottobre ha anche oscurato lo storico dell’Albo Pretorio, impedendo a tutti un trasparente accesso ai documenti approvati dalla giunta. Sarà forse un caso ma l’oscuramento dello storico dell’Albo Pretorio è arrivato proprio nel periodo in cui, con una certa insistenza, stavamo recuperando fondamentali documenti relativi all’area ex Alfa Romeo. Nei prossimi giorni 10.000 volantini saranno distribuiti casa per casa, villaggio per villaggio, condominio per condominio grazie a liberi cittadini che hanno deciso di collaborare. L’invito è esteso anche ai cittadini dei Comuni di Lainate, Garbagnate e Rho. Perché se il silenzio è assordante, la soppressione della trasparenza è ancora peggio”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese