Home Politica

Referendum costituzionale, nasce comitato per il Si

22 giugno 2016 – Terminate le elezioni amministrative, che a questa tornata non hanno coinvolto Arese, per la politica nazionale e anche per quella locale è tempo di pensare alle prossime consultazioni, che saranno quelle relative al referendum sulla riforma costituzionale del prossimo ottobre. E gli opposti schieramenti iniziano a muoversi anche a livello locale, tanto che nella nostra città è appena stato costituito il comitato “Basta un si – Arese”. Il Comitato, il cui coordinatore è Luigi Vincenti, promuoverà iniziative per fornire ai cittadini, in primo luogo aresini, le informazione sui contenuti e su quelli che il fronte per il Si identifica come i vantaggi della legge di riforma sottoposta a referendum. Del comitato aresino fanno parte anche Goffredo Scortecci, Massimo Comi, Nello Nelli, Giuliano Mangione, Pasquale Fantini ed Edoardo Buroni.

“Come promotori – presentano l’iniziativa quelli del comitato per il si – ribadiamo il nostro sostegno a questa riforma, che modifica solo la seconda parte della Costituzione, ovvero quella relativa agli assetti istituzionali e alle procedure parlamentari, mentre restano inalterati i princìpi e i valori della nostra Repubblica. Si tratta di una riforma che, se confermata dal voto popolare, consentirà di avere un’Italia più efficiente, più veloce, con meno sprechi e più simile alle altre democrazie occidentali”.

Il comitato annuncia anche che i suoi lavori sono aperti a tutti gli aresini interessati. Per partecipare o per avere maggiori informazioni è possibile contattare il coordinatore del “Basta un si – Arese”, Luigi Vincenti, telefonicamente al numero ​​02-9385698 o per posta elettronica inviando una mail all’indirizzo [email protected]

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese