Home Politica

Sel: “E’ ora che si faccia chiarezza!”

23 luglio 2012 – Anche Sinistra Ecologia e Libertà (a destra nella foto il segretario cittadino Achille Vegetti), che alle ultime amministrative si era presentata a sostegno della candidatura di Giuseppe Augurusa nella coalizione Sinistra per Arese, ha deciso di fare sentire la sua voce con un comunicato stampa sulle vicende che nelle ultime settimane hanno scosso la politica aresina. E a differenza di quasi tutti coloro che sono intervenuti nel dibattito che si è aperto, lo fa senza usare mezze parole e in maniera molto esplicita. A partire dal ruolo che avrebbe avuto Giancarlo Giudici e sui suoi rapporti con Ravelli e i principali esponenti di Aresefuturo: “In queste settimane – si legge nel comunicato – abbiamo assistito a interviste al sindaco e ai suoi familiari in cui le parole etica e onestà sono state ripetute troppe volte a sproposito. Per chi non lo sapesse ancora un autorevole membro del Partito Democratico prima e durante la passata campagna elettorale ha informato Pietro Ravelli (candidato sindaco), Andrea Costantino (presidente di Aresefuturo) e Franco Sarto (collaboratore e regista occulto della campagna elettorale) sulle strategie e sul programma della coalizione di centrosinistra”.

“Erano organizzati – continua il comunicato – incontri periodici a casa del candidato sindaco, cui partecipata l’infiltrato Pd, dove si discutevano le loro strategie elettorali in contrapposizione a quelle del centro-sinistra; era continuamente verificato lo stato del programma del centro-sinistra che, spesso tramite un ispirato copia/incolla, era trasferito sul programma di Ravelli e di Aresefuturo – qualcuno ricorda ancora la diatriba sulla primogenitura della collocazione della biblioteca comunale nel centro sportivo? Ebbene, con una notevole faccia tosta abbiamo letto dell’etica e dell’onestà di chi ha poi vinto le elezioni. L’esponente Pd è diventato solo un consulente esterno sfruttato per la sua esperienza legale e sui problemi locali. Totò direbbe: ma mi faccia il piacere! Sono passati meno di due mesi dal ballottaggio e ci ritroviamo in una situazione forse peggiore di quello che ha generato le passate votazioni anticipate!”.

Sel avanza anche una serie di richieste provocatorie: “Sinistra Ecologia Libertà – si legge nel comunicato – chiede a chi ne è in possesso di rendere pubblica la corrispondenza tra Giancarlo Giudici, Pietro Ravelli, Franco Sarto e Andrea Costantino. Chiediamo che siano rese pubbliche le spese sostenute da Ravelli e da Aresefuturo durante la campagna elettorale (se poi sono così onesti non dovrebbe essere molto difficile dirci chi e perché ha finanziato la campagna elettorale). Chiediamo infine ai protagonisti di questa straordinaria opera di rinnovamento politico di chiedere scusa, o almeno ringraziare ufficialmente tutti coloro che, nel centro-sinistra, hanno impiegato il loro tempo libero, la loro esperienza, la loro intelligenza e il loro entusiasmo per elaborare un programma che poi è risultato quello vincente”. La chiusura del comunicato è dedicata all’antipolitica: “Un’ultima considerazione: sentiamo ripetere sempre più spesso della dignità morale della società civile contro un ceto politico corrotto. Noi siamo per una politica che non serva solo a produrre privilegi, che sia passione e non mestiere. Una “società civile” come quella espressa nella passata campagna elettorale da Aresefuturo ci fa pensare che ci sia ancora molto bisogno di ciò che ci appassiona”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.