Home Politica

Turconi si dimette dal consiglio comunale

23 ottobre 2014 – A circa 15 mesi dal suo ingresso in consiglio comunale, anche Vittorio Turconi abbandona la carica. Il consigliere della Lega Nord ha, infatti, protocollato ieri le sue dimissioni. A subentrargli sarà Sergio Cattaneo, il candidato al consiglio comunale che alle amministrative 2013 aveva ottenuto il maggior numero di preferenze all’interno della lista della Lega. Turconi, da noi contattato telefonicamente, riconduce le ragioni della sua scelta a motivazioni che definisce interne ed esterne al partito. Dal punto di vista interno l’ormai ex consigliere leghista ha spiegato il motivo delle sue dimissioni con la volontà di attuare, anche per il suo partito, una rotazione in consiglio, dando la possibilità anche ad altri candidati di accedere a un’esperienza consiliare. Ma non è questa la ragione principale delle dimissioni che, come spiega Turconi, vanno soprattutto ricondotte alle tensioni che si sono palesate negli ultimi mesi tra maggioranza e minoranza.

Pesanti, almeno dal punto di vista politico, sono infatti quelle che l’esponente della Lega identifica come ragioni esterne. Turconi spiega che le sue dimissioni sono un’ulteriore passo della protesta nei confronti della maggioranza, per il modo nel quale questa gestirebbe i rapporti con le forze di minoranza. Ragioni che il rappresentante del Carroccio, unitamente a tutti gli altri consiglieri di opposizione, avevano illustrato nel documento letto nel consiglio comunale di tre settimane fa, prima che tutte le opposizioni abbandonassero l’aula (leggi qui). E proprio la Lega Nord aveva poi dato ulteriore seguito a quella protesta sospendendosi, pochi giorni dopo l’azione congiunta di tutte le minoranze, da tutte le commissioni consiliari (leggi qui). Un’escalation che è proseguita ulteriormente, e che ha portato ieri alle dimissioni di Turconi da consigliere comunale.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese