Home Politica

Viabilità: file online su sito Comune

24 aprile 2014 – Sono stati da poco pubblicati sul sito del Comune una serie di file contenenti materiale documentale relativo al nuovo progetto viabilistico di Arese (clicca qui). L’iniziativa è stata anticipata qualche ora fa dal sindaco Michela Palestra e dal vicesindaco Enrico Ioli, che hanno specificato che non si tratta ancora della documentazione tecnica relativa al progetto definitivo, quanto piuttosto di una descrizione degli interventi proposta in forma più divulgativa. Per il progetto definitivo sarà necessario attendere ancora un po’, e cioè fino a quanto Asacert, la società che ha vinto il bando pubblico per svolgere questo lavoro, non avrà validato definitivamente la corposa documentazione che il Comune le ha fornito. “Come previsto dalle normative – ha spiegato Palestra – il progetto, prima di entrare nella sua fase operativa, deve essere validato sotto profilo della rispondenza alle normative vigenti, della completezza degli elaborati e della congruità economica. Abbiamo quindi affidato questo compito, tramite un bando pubblico, a una società esterna a tutte le parti coinvolte nel progetto. Specifico anche che i costi di validazione non saranno sostenuti dal Comune ma faranno capo a Tea”.

Il materiale che l’amministrazione ha messo online comprende una descrizione dettagliata del piano degli interventi, una presentazione con il focus sulle principali opere che verranno realizzate, una panoramica a volo d’uccello sulle vie Resegone, Sempione, Gran Paradiso e Nuvolari che mostrerà come saranno questi assi a lavori ultimati e una serie di tavole generali. “Arese – ha sostenuto Palestra – va incontro a cambiamenti che si realizzano in prossimità del suo abitato, in primis Expo e area ex Alfa, e nostro compito è quello di salvaguardare le peculiarità della città e la qualità della vita di chi ha scelto di venire ad abitarci. Questa amministrazione vuole proteggere Arese dal cambiamento, e l’intervento che stiamo per realizzare va in questa direzione. I cambiamenti non si possono evitare ma a fare la differenza è come ci si adegua loro: con questo intervento proteggeremo Arese dal traffico di attraversamento, proteggeremo la qualità della vita di chi ci abita e metteremo in sicurezza le nostre strade cittadine”.

Enrico Ioli ha, invece, fornito qualche indicazione sulla durata prevista per il completamento dei lavori, che dovrebbe essere di circa un anno: “Prima di tutto – ha spiegato il vicesindaco – inizieremo con il realizzare le opere principali, come le rotonde su viale Resegone. Successivamente verranno realizzati gli assi di collegamento. Procedendo in questa maniera saremo in grado di completare tutte le opere viarie previste senza un solo giorno di chiusura al traffico di alcuna strada, minimizzando il disagio che lavori di questa entità necessariamente comportano”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese