Home Politica

Voto a Rho: passa la Lega, non il PDL

17 maggio 2011 – Ad Arese mancano tre anni alle prossime elezioni amministrative ma la tornata elettorale coinvolgeva un comune vicino a noi, quello di Rho, che andava alle urne anticipatamente dopo la caduta della giunta di centrodestra dello scorso 5 gennaio (leggi qui). E questo è un fatto che, almeno in parte, coinvolge anche Arese, visto che la maggioranza rhodense si era spaccata su un tema caldo anche nella nostra città e cioè quello dell’Accordo di Programma (AdP) sull’area ex Alfa Romeo (leggi qui). A bocciare l’AdP e a fare successivamente cadere la giunta era stato il voto contrario al piano di alcuni esponenti del PDL e l’astensione della Lega Nord. E, anche se sicuramente è una lettura semplicistica, i risultati definitivi delle amministrative sembrano avere premiato chi a suo tempo non aveva detto si all’Accordo di Programma sull’area ex Alfa.

A Rho infatti, tra le sette coalizioni in lizza per il Sindaco, Lega e PDL si sono presentate separatamente e il dato clamoroso è stato l’esclusione dal ballottaggio proprio del candidato del PDL Carolina Pellegrini. La sua coalizione, che raggruppava PDL, UDC e UI ha totalizzato il 24,28 per cento delle preferenze ed è risultata terza, dietro a Fabrizio Cecchetti (Lega Nord e Lista Civica Gente di Rho) con il 27,84 per cento e a Pietro Romano (IDV, PD e SEL) che ha ricevuto il 38,20 per cento dei voti. Il dato è ancora più clamoroso se si pensa che alle elezioni del maggio 2007 Roberto Zucchetti, che guidava la coalizione di centrodestra, aveva ottenuto il 61,32 per cento dei voti venendo eletto al primo turno e lasciando al candidato del centrosinistra Paola Pessina il 32,50 per cento delle preferenze. Sarà ora interessante vedere se Lega e PDL si ricompatteranno per il ballotaggio. Che potrebbe confermare a Rho una giunta di centrodestra,  visto che la pura somma algebrica tra le due coalizioni le collocherebbe al 52,12 per cento dei voti.