Home Rubriche Aresini nel mondo

L’Australia di Letizia – Episodio 10

Nel programma dei suoi sei mesi sabbatici in Australia Letizia non poteva certo farsi mancare il gioco d’azzardo! E così eccola trascinata nelle celebrazioni dell’Anzac Day e nel gioco chiamato Two-up! E intanto, con un po’ di rammarico lascia la sua casa di Bondi Beach e va a lavorare come ragazza alla pari presso una famiglia australiana.

Sydney, 02 maggio 2011 – Lo sapevate che gli Australiani hanno partecipato alla Prima Guerra Mondiale? Nel 1915 sono arrivati a Gallipoli e hanno subito una bella batosta dai turchi. Hanno perso molti più soldati di quanti ne abbiano persi i paesi sconfitti. La commemorazione degli uomini caduti si è tenuta questa settimana: l’Anzac Day. Gli Australiani ci tengono molto a questa loro festa e danno libero sfogo al loro lato patriottico attraverso parate, festeggiamenti, cerimonie, ma soprattutto…ecco che si presenta una nuova, fantastica occasione per sbronzarsi in un pub con una dozzina di birre sottobraccio! E io con le mie due coinquiline sono capitata proprio in un locale affollato di gente in festa! Abbiamo incontrato un ragazzo australiano, Jesse, che ci ha trascinato in una sala dove si giocava ad un gioco chiamato Two-up. Jesse, tutto contento di sfoggiare la sua cultura aussi, ci ha spiegato il Two-up, che è ammesso solo e soltanto durante l’Anzac day e dove tutto consiste nello scommettere ed essere fortunati.

Abbiamo fatto fatica ad entrare nel salone per via della folla di gente sghignazzante. Le persone strillavano e sventolavano verso il soffitto banconote. Tutto il contesto nel quale ci trovavamo era molto strano e disorientante! Dopo un po’ ci siamo accorti che tutta quella gente formava un cerchio e al centro dello stanzone, in mezzo al cerchio un signore reggeva un microfono con una mano e due monete con l’altra. Ogni tanto qualcuno sorgeva dalla folla confusionaria e dava inizio al gioco. Dopo un po’ che osservavamo questo strano rituale, la mente di Jesse si è accesa come una lampadina: perché non far partecipare al gioco una di noi?! La prescelta è stata la mia coinquilina francese. Jesse tutto esaltato l’ha lanciata in mezzo al cerchio. Lei abbozzando un sorriso imbarazzato, si girava di continuo verso di noi, chiedendo pietà. Ora: immaginatevi una ragazzetta minuta, bionda con gli occhioni azzurri ed un sorriso angelico in mezzo a un branco alcolisti che si accalcano, ridono, urlano e puntano soldi! A quel punto però, essendo stata tirata in mezzo, ha dovuto scommettere: 20 dollari su testa. Non ci potevo credere…ha tirato le due monete e per tre volte consecutive è uscito sempre testa-testa! Ad ogni lancio corrispondeva un esultanza e la folla di partecipanti esplodeva mentre le guance della francesina diventavano sempre più rosse! Così alla fine di tutto la mia amica si è intascata i suoi 180 dollari e si è fatta largo tra la massa di ubriaconi strillanti per raggiungere l’uscita e prendere una boccata d’aria. E’ stata una scena davvero esilarante!

Nel frattempo ho cambiato casa! Ora sono un’au-pair con i fiocchi! Ricordate il lavoro remunerativo di cui avevo parlato in un articolo precedente? Ebbene, ora vivo in casa di una famiglia benestante australiana. In cambio di vitto alloggio e paga settimanale mi dovrò prendere cura dei loro bimbi! E’ un impegno molto stressante ma i bambini sono davvero adorabili! In occasione del mio addio nel mio ex appartamento di Bondi si è tenuta una cena francese questa volta! Ora vi illustro il menù: Antipasto: crepes tonno e maionese, Primo: crepes e patè di olive, Secondo: crepes prosciutto e formaggio e Dessert: indovinate? Ma sììì! Crepes e nutella oppure crepes e gelato oppure crepes e marmellata! E’ stato tutto buonissimo, ma devo dire che le cuoche hanno avuto proprio poca fantasia! Hanno cucinato così tante crepes che abbiamo dovuto regalarle ai vicini per smaltirne un po’! Dopo tutte queste avventure divertenti mi dispiace proprio avere abbandonato la mia Bondi…però sono sicura che ogni week end tornerò a ritrovarla, giusto per prender un po’ di pausa dato che le mie settimane saranno dedicate a cambiare pannolini, fare bagnetti, preparare pappette e riempire biberon!…temo che tutto diventerà più monotono in questi mesi!