Home Rubriche Lettere

Csda: cari candidati sindaco vi scrivo…

07 marzo 2012 – Riceviamo e pubblichiamo questa lettera ricevuta da un lettore in merito al Centro Sportivo Davide Ancilotto e alla serata ad esso dedicata organizzata una decina di giorni fa dal candidato del centrosinistra Giuseppe Augurusa.

Lettera aperta ad Augurusa… e a tutti gli altri candidati sindaco
Mi permetto di scrivere, poiché per motivi di lavoro non ho potuto essere presente alla serata dedicata al Csda ma, avendo letto quanto riportato su QuiArese, volevo porre delle domande a cui vorrei mi fosse data una risposta da lei signor Augurusa e perché no anche dagli altri candidati. Mi pare di aver colto da parte di tutti l’intenzione di “mandare a casa” Intese, mi pare giusto e doveroso, mi sembra anche molto corretto pensare per il futuro di indire un bando pubblico per la gestione del Centro, spero questa volta non nel periodo estivo, e con tutti i requisiti in ordine, trasparente e con le garanzie richieste.

Vengo quindi al dunque, la cosa che mi preoccupa è quanto accadrà subito dopo le elezioni e nel prossimo mese di settembre. Sempre dalle “pagine” di QuiArese abbiamo potuto verificare (con tanto di visure) che le società che a oggi operano nel centro sportivo sono collegate a Intese, addirittura quella del basket ha proprio uno dei maggiori azionisti di Intese come proprio maggiore azionista. Lei scrive che per l’immediato futuro le società che stanno nel centro continueranno a svolgere la loro attività; ed ecco le domande:
1 ma si è capito se Intese ha firmato un contratto? A che titolo è e resta presente nel centro sportivo?
2 le società che ora operano e hanno vinto ad agosto l’assegnazione degli spazi hanno pagato? Se si a chi, a Facs  o a Intese?
Concludo; al di la delle parole io da cittadino di Arese mi sento offeso dal vedere che il suolo pubblico, perché questo è il nostro Centro Sportivo Davide Ancillotto  è tuttora occupato da gonfiabili che, mi permetta, vedo messi  a sfregio delle varie nostre istituzioni, Facs, Comune eccetera e che tutto questo permane senza nessuna presa di posizione (l’intervento del ex-presidente di Facs è disarmante).
Grazie per  l’attenzione.
Lettera firmata