Home Rubriche Lettere

Dopo il calcio Arese perderà anche il basket?

20 settembre 2012 – Quello che leggete qui sotto è il testo di una lettera che i genitori dei ragazzi che fino allo scorso anno hanno giocato a basket ad Arese stanno inviando in questi giorni al Comune di Arese (e in conoscenza a noi). La situazione di caos che regna nella gestione dello sport nella nostra città, unita a questioni irrisolte tra le diverse associazioni, ha portato al mancato assegnamento di spazi palestra ad Abc e Wba, le due società che offrono la possibilità di giocare a pallacanestro ad Arese. E così, se la situazione non dovesse essere risolta in qualche maniera, la nostra città si avvierebbe a perdere, dopo il calcio, anche il basket. Superfluo ogni commento…

Buongiorno,
sono (nome), genitore di (nomi) di anni (età). I miei figli praticano lo sport della pallacanestro ad Arese, negli ultimi anni lo ha praticato grazie ad associazioni sportive di Arese nelle palestre cittadine (prima Ccsa e quindi Abc). Ora sono venuto a sapere che a causa della chiusura del Centro Sportivo Davide Ancilotto e della mancata assegnazione degli spazi nella palestra della scuola Silvio Pellico di via Col di Lana (l’unica nel territorio di Arese con il campo omologato per le gare di pallacanestro), i miei figli quest’anno corrono il rischio di non poter praticare la pallacanestro in Arese. Chiedo un pronto intervento degli enti interessati al fine di trovare una soluzione che possa consentire a miei figli e a tutti i ragazzi di Arese che giocano a pallacanestro di continuare praticare tale sport nella nostra città.

Infatti già è difficilmente comprensibile che una città come Arese sia privata del centro sportivo fino ad una data imprecisata, ma che i bambini aresini siano anche privati della possibilità di praticare sport nel proprio territorio, dovendo, a questo punto recarsi in paesi limitrofi come Bollate o Garbagnate, lo trovo inaccettabile. Rimango in attesa di una vs gentile risposta e confidando nella vostra piena collaborazione vi ringrazio.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.