Home Rubriche Lettere

Il degrado dei parchi pubblici aresini

07 agosto 2012 – Riceviamo e pubblichiamo questa lettera che porta l’attenzione sulla situazione di degrado nella quale versano diverse aree di verde pubblico di Arese. Il nostro lettore avanza poi una proposta interessante; vedremo se qualcuno la vorrà portare avanti.

Buongiorno,
vorrei porre alla vostra attenzione l’attuale situazione di sporcizia e degrado in cui versano molte zone verdi del nostro Comune. Vivo ad Arese da vent’anni e passeggiamo ogni giorno con il nostro cane e nelle ultime settimane molte zone verdi sono ancora più sporche del solito, ricoperte di immondizia, bottiglie integre e non, fino ad arrivare a preservativi usati. Mi riferisco a Via Leopardi, Via Mattei (specialmente di fronte al numero civico 46) e al parco della Roggia. Ieri sera nella parte esterna del parco, vicino al canale dove passano bambini, cani e umanità varia ho raccolto tre preservativi usati, confezioni di cibo e bottiglie. Inoltre, credo sarebbe utile chiedere alla nostra polizia locale di far valere i regolamenti e multare tutti i proprietari di cani che non pulisco le deiezioni dei loro animali.

Forse vi sto tediando con richieste banali, ma credo che Arese meriti di tornare ad essere un luogo pulito. Forse si potrebbe proporre una giornata di pulizia dei luoghi pubblici, credo che molti cittadini aderirebbero.
Vi ringrazio per l’attenzione.

Con i migliori saluti
Dario Spini

Questa lettera può essere commentata sulla pagina Facebook di QuiArese.