Home Rubriche Lettere

“La politica non si fa con i se”

27 novembre 2015 – Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Massimo Comi, che si riferisce all’intervento di Arese al Centro di qualche giorno fa (leggi qui).

Se mia nonna avesse avuto le ruote sarebbe stata una carrozza;

Se questa amministrazione non avesse avuto i finanziamenti dell’accordo di programma non avrebbe potuto fare gli investimenti che sta facendo;

Se questa è l’affermazione che il simpatico Bettinardi pone a noi cittadini aresini forse ai cittadini di Arese serve semplicemente sapere se i soldi vengono spesi onestamente;

Se i soldi si spendono per la viabilità, ma anche per installare pannelli fotovoltaici sulla scuola elementare di via dei Gelsi e alla sede dei vigili urbani con risparmi energetici consistenti;

Se questa amministrazione costruisce la nuova biblioteca, definita dal simpatico Bettinardi faraonica, con un solo progetto esecutivo al posto di ben due progetti rimasti nel cassetto ma costati diverse centinaia di migliaia di euro e 14 platani abbattuti inutilmente;

Se l’abitudine dei trasferimenti di denaro per ripianare i bilanci in deficit della casa di riposo erano prassi politica consolidata e se ora i cittadini percepiscono che tendere al pareggio di bilancio è indice di buona amministrazione e non di consenso politico;

Se mia nonna avesse avuto le ruote sarebbe stata una carrozza.

Come non terminare condividendo il nobile pensiero per i fatti terroristici di questi giorni a cui fa riferimento il simpatico Bettinardi, che a onor del vero mi sembrano totalmente fuori contesto, con una strizzatina d’occhi ai sentimenti che si sa fanno sempre audience.

Scusate la brevità ma in lunghezza è meglio non mettersi in competizione con Bettinardi, potrebbe sfinirmi e sfinirci.

Massimo Comi

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese