Home Rubriche Lettere

Lanciata una petizione per lo sport

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera e il testo di una petizione che alcuni cittadini hanno scritto al sindaco Gianluigi Formaro, dove chiedono, tra le altre cose, un coinvolgimento attivo della cittadinanza nelle decisioni riguardanti il Centro Sportivo Davide Ancilotto.

Egregio direttore,
ci permettiamo di rivolgerci a Lei per portarLa a conoscenza della petizione di un gruppo di cittadini, genitori di alcuni ragazzi che hanno frequentato il centro sportivo Davide Lancillotto di Arese. Le sottoscrizioni si stanno raccogliendo in questi giorni e stanno avendo un inaspettato successo anche se io oserei dire doveroso, in quanto la tutela dello sport e l’attenzione che bisognerebbe avere per la crescita dei nostri ragazzi dovrebbe essere la priorità visto le insidie che oggi la società gli tende. Non sto certo qui ad annoiarla sull’importanza dello sport per la crescita dei nostri ragazzi, in quanto credo che anche per Lei siano argomenti scontati, Le chiedo solo di pubblicare sul suo giornale questa petizione ed eventualmente sottoscriverLa. Ringraziandola per l’attenzione la informo che è possibile sottoscriverLa oltre che contattando diversi genitori volenterosi anche alla Total di Passirana prima dell’ingresso in autostrada.
La ringrazio per la cortese attenzione e le porgo i miei migliori saluti.
Luigi Muratori

PETIZIONE AL SINDACO DI ARESE
OGGETTO: IL CENTRO SPORTIVO COMUNALE

Siamo un gruppo di cittadini di Arese genitori di alcuni ragazzi che hanno frequentato il Centro Sportivo Davide Ancilotto (C.S.D.A.) che vogliono che i propri figli crescano bene nel corpo e nella mente. Le incredibili vicende a cui stiamo assistendo tra il comune ed associazioni uscenti e presunte società subentranti con contratti mai sottoscritti, ci inducono ad intervenire per ricondurre il tutto al vero primario interesse che dovrebbe muovere le scelte di gestione di una struttura comunale. In questi giorni, infatti, molti genitori di Arese sono stati contattati con delle proposte da diversi centri sportivi, fuori dal nostro comune, ma accettarle significherebbe rinunciare al nostro. Il C.S.D.A. è di tutti noi Cittadini di Arese e deve essere gestito nel nostro interesse, fuori da ogni mera speculazione economica o logica di partito, chi è sensibile al concetto di moralità non puó permettere alcun tipo di speculazione sulla pelle dei nostri ragazzi.

 

Per questi motivi non ci interessa identificare presunte colpe o dimostrare che in campo ci siano in gioco altri interessi, a noi preme solo quello che interessa ai nostri ragazzi … il futuro! In questo caso quello del C.S.D.A. e dei nostri figli. Vi chiediamo, quindi, di sottoscrivere questa petizione da consegnare al Comune di Arese, in modo da ottenere un incontro a porte aperte con il Sindaco e la Giunta Comunale affinchè chiariscano quali sono le loro linee guida in merito e raccolgano direttamente dalla cittadinanza le nostre aspettative sulla gestione del C.S.D.A. Inoltre chiediamo che sia presente una nostra rappresentanza nella Commissione Comunale di Controllo, eventualmente costituita ad hoc, in modo da contribuire nella valutazione delle proposte per il C.S.D.A. e scegliere quella che sarà la piú vicina agli scopi sociali di un centro sportivo comunale. Invitiamo quindi tutte le forze politiche presenti sul nostro comune ad aderire esplicitamente alla nostra iniziativa sottoscrivendo tale petizione e manifestando pubblicamente di aderire. Chiediamo aiuto anche ai nonni, a tutti gli sportivi praticanti e non, ed a chiunque abbia a cuore il futuro dello sport ad Arese.     

Comitato spontaneo genitori
Luigi Muratori
Il Direttivo è composto da: Luigi Muratori, Stefano Inzoli, Simone Luchini, Damiano Misuri, Antonio Duva, Andrea Petrachi, Roberto Sattutto, Mauro Aggugini, Marco Di Bari, Giorgio Martellotta, Lorenzo Bernini