Home Rubriche Lettere

Materna ancora allagata. E i bambini?

Ringraziamo la lettrice per la sua lettera, che riporta di attualità un problema che si protrae da tempo e che non è stato ancora risolto dall’amministrazione comunale. Apprezziamo particolarmente il suggerimento dato ai genitori di “non fare pubblicità o allarmismi”, del resto immaginiamo sia normale portare i propri figli a scuola e non sapere se questi potranno accedere o meno alle aule. Da parte nostra, confermiamo il nostro impegno a seguire la vicenda e giriamo il testo di questa lettera al sindaco Gianluigi Fornaro, all’assessore ai lavori pubblici Carlo Giudici e all’assessore alla pubblica istruzione Domenico Congedo. Rimaniamo in attesa di un loro riscontro da pubblicare su QuiArese. Riscontro che, vista la delicatezza dell’argomento e il coinvolgimento di bambini, immaginiamo sarà rapido ed esaustivo in termini di spiegazioni di quanto accaduto e programmi per risolvere definitivamente il problema.

07 giugno 2011 – Gentile Redazione, sono una cittadina di Arese da 35 anni e oggi sono basita dal comportamento dell’Amministrazione Comunale più che mai. Ieri mattina alle 8,30 ho portato mio figlio regolarmente alla scuola materna di Via Matteotti e ho avuto un’amara sorpresa come tutti gli altri genitori!!! Due classi su tre allagate, e per allagate intendo 50 centimetri di acqua a terra, muri soffitto e qualunque struttura intrisa, insegnanti e aiutanti che non sapevano quasi cosa dire se non che sicuramente almeno per oggi nelle classi non si sarebbe potuti entrare; risultato 70/80 bambini in un’aula e un salone. Chi ha potuto si è portato via il proprio bimbo come abbiamo fatto noi e chi invece non è riuscito li ha lasciati comunque speranzoso che tutto andasse per il meglio.

Ho chiamato verso le 14,00 per avere notizie e le insegnanti mi hanno detto che nonostante nella mattinata l’amministrazione comunale avesse dato conferma per l’accesso alle aule (cosa che le insegnanti si sono guardate bene dal fare visto che pioveva acqua dalle plafoniere) adesso l’asilo è stato dichiarato inagibile  dal responsabile della sicurezza per l’intera giornata. Mi dicono esserci del personale che fa manutenzione smontando soprattutto la parte elettrica a soffitto per asciugare etc…..ora io mi rivolgo a voi visto che purtroppo non è la prima volta che la scuola materna in oggetto subisce allagamenti, fortunatamente mai di queste proporzioni, e si era detto fosse un problema di tetto che pare a questo punto sia da gestire un po’ meglio che non con uno straccio e via!!!!

Con un gruppo di genitori stiamo cercando di muoverci per fare almeno denuncia per timore di mancanza di sicurezza della struttura visto che ancora oggi, 7 giugno, le classi risultano inagibili con acqua che piove dai soffitti! Sarebbe importante, visto che ci chiedono di non fare pubblicità né allarmismi, se voi riusciste a dedicare un po’ di spazio su vostro giornale per  aiutateci ad URLARE il nostro disagio!!!!

Grazie per il Vostro tempo e cordiali saluti.
Lettera firmata

Se vuoi commentare questo articolo, lo puoi fare sulla pagina Facebook di QuiArese. Se vuoi abbonarti gratuitamente alla nostra newletter settimanale invia una mail all’indirizzo [email protected]