Home Rubriche Lettere

Perferi: “Il mio saluto al Maresciallo Giulio Vindigni”

02 dicembre 2016 – Riceviamo e pubblichiamo questa lettera con la quale Gino Perferi, sindaco di Arese dal 1999 al 2009, saluta il comandante della caserma dei Carabinieri, Giulio Vindigni, che è andato in pensione lo scorso 30 novembre.

Spettabile redazione di QuiArese,
ritengo giusto che come cittadino vi chieda di pubblicare queste due righe che spendo volentieri per ringraziare il Maresciallo Vindigni, che ha lasciato l’Arma Benemerita dopo 40 anni di onorato servizio.

Anche se in Arese ha operato per pochi anni, non possiamo dimenticare che precedentemente in quanto comandante a Bollate, ha profittevolmente collaborato col maresciallo Antegiovanni, da lui sostituito; quindi ha efficacemente contribuito a vigilare anche sulla sicurezza del nostro territorio.

Vindigni, anzi il caro Maresciallo Vindigni, lo conosco da oltre quindici anni, e durante il periodo di Comando ad Arese, è stato disponibile, attento, amico dei cittadini, gioviale con tutti al punto che quando lo incontravi col suo sorriso rassicurante, anche se avevi un problema ti dava la certezza  del suo interessamento. E tale era, proprio come deve essere il Carabiniere e soprattutto il Comandante dei Carabinieri.

Grazie di cuore caro Maresciallo, grazie di tutto, conservo un caro ricordo della Sua presenza e delle Sue rassicuranti parole sempre ottimistiche. Con il doveroso rispetto che si deve ad una autorità, ad un Grande carabiniere, mi permetto di salutarla con stima ed affetto e con un forte amicale abbraccio, augurandole ogni bene desiderato, e soprattutto un Buon Santo Natale ed un felicissimo Nuovo Anno.

Gino Perferi

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese