Home Rubriche Lettere

“E se ad Arese ci fosse una Cinecittà lombarda?”

31 gennaio 2013 – Riceviamo e pubblichiamo questo intervento con il quale il nostro lettore chiede ai nostri politici e agli imprenditori di valuatare se parte dell’area ex Alfa non potrebbe essere dedicata all’industria della produzione cinematografica.

Gentile QuiArese,
un mio amico introdotto nel settore teatrale e cinematografico, proponeva in passato di utilizzare alcuni capannoni dell’Alfa, per creare una “Nuova Cinecittà” lombarda. Entro l’area, in gran parte ancora dismessa, sembra esserci tanto spazio per girare film, fiction, pubblicità. Questo “progetto” darebbe lavoro a tanti aresini. Pensate solo alle comparse: 100 euro al giorno! Una opportunità notevole, soprattutto per i nostri giovani, studenti o in attesa di impiego. Siamo sommersi da una bulimia di proposte nei vari talk-show o tribune televisive, dove è difficile estrapolare nei programmi elettorali, una chiara strategia su come, quanto investire, e a spese di quali altri capitoli del budget statale o locale, per il problema della disoccupazione giovanile.

Vorrei chiedere ai gruppi politici che si stanno preparando alle elezioni del prossimo maggio, e che spesso esprimono le loro idee su QuiArese: quello sopra indicato è un progetto impossibile da proporre alla  futura Amministrazione affinché lo sponsorizzi in maniera opportuna presso imprenditori, autorità regionali, provinciali e comunali dell’area? Oppure è un’idea improponibile: un puro “sogno nel cassetto”?

Saluti,
Giorgio Fiorini

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.