Home Rubriche Lettere

“Non sono soddisfatto di risposte ricevute”

20 gennaio 2014 – Riceviamo e pubblichiamo questa mail di Alessandro Corniani, che critica alcune risposte ricevute dall’amministrazione a una serie di domande da lui protocollate nei mesi passati.

Caro Direttore,
leggo che Massimiliano Seregni sta ancora aspettando le risposte alle sue domande sul Consiglio Comunale aperto. Non deve essere l’unico poco soddisfatto dalla situazione. Il giorno 25 di Novembre, io ho scritto in Comune per avere la documentazione apposta sui cartelloni durante la Giornata della Viabilità appena trascorsa in formato .pdf: in particolare ho chiesto la viabilità prevista e quanto altro disponibile e pubblicamente presente nel piano sotteraneo. Lo stesso giorno ho inviato in Comune altre due richieste concernenti l’esito del referendum per l’orario del Cimitero (di cui non si aveva notizie e che è stato poi pubblicato il giorno 29 di Novembre) e informazioni sul Put che mi dissero fosse stato modificato.

La risposta (a tutte le domande) è arrivata il giorno 31 di Dicembre – più di un mese dopo e dice che la documentazione sulla viabilità ha dei file molto pesanti per cui vi sono problemi nel creare gli allegati sul sito. Per illustrare in modo più completo era stato fatto un Consiglio Comunale aperto ed è uscito il numero di Aresium (visionabile sul sito) dove vi sono inserite le informazioni sulla nuova viabilità. Faccio notare che ho richiesto una documentazione presentata ufficialmente sebbene non considerata il piano finale e che non ho avuto modo di visionare durante il Consiglio Comunale aperto e che non è certo rintracciabile sul recente numero di Aresium. La richiesta è fatta per potere studiare con calma quanto reso pubblico da questa Amministrazione solo per poche ore: a seguito della pubblicazione di alcune fotografie prese durante la Giornata della Viabilità, infatti, si sono potuti constatare errori di progettazione delle rotonde e alcuni punti che sono stati immediatamente messi in discussione. A questo proposito, la recente risposta dell’Arch. Ioli alle lettere pervenute da cittadini e pubblicate su QuiArese fa propriamente seguito alla pubblicazione di queste immagini da parte di cittadini stessi e non dell’Amministrazione!

L’affermazione che la documentazione sulla viabilità implichi file particolarmente pesanti, poi, è assolutamente non accettabile. Faccio notare che la documentazione relativa all’AdP ex Alfa Romeo presente sul sito del Comune di Arese occupa circa 500Mb e che, proprio alla fine dell’anno, dal sito del Comune si è presentato il Pgt su apposito sito per un peso totale di 180Mb. Visto che le tavole relative alla viabilità presentate sono un potenziale sottoinsieme di questi documenti, che il loro peso non ne permetta la facile allocazione sul sito è risposta decisamente irriguardosa e non accettabile.

Viste le premesse, vorrei sapere dal Sindaco Ing. Michela Palestra se – a seguito della formalizzazione della Giunta della volontà propria di aderire ad Avviso Pubblico e quindi alla Carta di Pisa e a seguito dell’intervista rintracciabile sul sito di Avviso Pubblico – le mie precedenti richieste siano ragionevoli. Ricordo infatti che nel paragrafo 16 della Carta di Pisa si legge che “L’amministratore deve rispondere diligentemente a qualsiasi ragionevole richiesta dei cittadini relativa allo svolgimento delle sue mansioni, alla loro motivazione o al funzionamento dei servizi di cui è responsabile. Deve altresì incoraggiare e sviluppare ogni provvedimento che favorisca la trasparenza delle sue competenze, del loro esercizio e del funzionamento dei servizi di cui ha la responsabilità.”. Chiedo quindi al Sindaco Ing. Michela Palestra se – secondo lei – queste risposte siano state date con tempistiche corrette e in maniera diligente o se ci troviamo di fronte ad una palese mancanza di rispetto del cittadino richiedente in primis e della Carta di Pisa che viene considerata da Avviso Pubblico quale “Codice etico per promuovere la cultura della legalità e della trasparenza negli enti locali” in ultimis.

Come cittadino che ha ascoltato questa coalizione parlare di trasparenza e partecipazione prima delle elezioni, dopo poco più di sei mesi, posso già ritenermi deluso.

Cordiali saluti,
Alessandro Corniani

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese