Home Rubriche Lettere

“Ponte pedonale, perché nessuno fa qualcosa?”

12 febbraio 2016 – Riceviamo e pubblichiamo questo nuovo intervento di un nostro lettore, che già nell’ottobre scorso aveva segnalato quanto accade sul ponte pedonale che attraversa il canale scolmatore nei pressi del laghetto Morganda (leggi qui). Da allora la situazione sembra essere mutata solo in peggio, con il progressivo deterioramento della struttura.

Ieri pomeriggio (mercoledì 10 febbraio, ndr) abbiamo chiamato i Vigili perché sul ponte pedonale che attraversa il canale scolmatore nei pressi del laghetto Morganda abbiamo visto ancora prodezze in skateboard e relative persone che le filmavano. Dopo 40 minuti dalla telefonata, di ritorno da una passeggiata, siamo passati ancora nella stessa area e le persone erano ancora lì. Il ponte è sempre più scrostato nell’indifferenza. Che tristezza e che spreco di soldi pubblici. Ribadisco quanto scritto mesi fa: perché non vengono installate delle telecamere?

Colgo anche l’occasione per suggerire di installare delle telecamere ai margini del nostro paese dove ci sono prostitute e scarichi di immondizia varia. Altri Comuni dell’hinterland milanese hanno ridotto moltissimo lo stazionamento di prostitute solamente per l’effetto deterrente delle telecamere.

Vi ringrazio per l’attenzione e per il vostro aiuto per migliorare la qualità della vita quotidiana dei cittadini di Arese.

Dario Spini

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese