Home Rubriche Lettere

Scuola iniziata ma che fine ha fatto il pedibus?

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera che gireremo per un commento all’assessore Congedo.

Gentile direttore,
non è la prima volta che come Arese 5 Stelle /  Grilliaresini parliamo di Pedibus nel nostro blog (www.grilliaresini.it).  Il Pedibus è il modo più sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare e tornare da scuola. E’ un autobus umano, formato da un gruppo di bambini “passeggeri” e da adulti “autisti” e “controllori” (leggi qui). Realtà consolidata in molte città italiane e in molti comuni vicini a noi (come Bollate), ad Arese è ancora un progetto al palo. Già sperimentato da volontari intorno alcuni plessi scolastici aresini, dimostrando che la città vuole queste iniziative e vi partecipa, già discusso dal Comitato Genitori con l’amministrazione locale, il progetto del Pedibus, così utile e formativo, stenta a decollare. Come mai?

L’ultima riunione con l’amministrazione è stata fatta a giugno con la promessa di ritrovarsi a luglio per organizzare per tempo il Pedibus per il nuovo anno scolastico: la scuola è cominciata e di bambini che vanno a scuola a piedi non se ne sono visti. E’ evidente che non c’è l’interesse e la volontà politica di coordinare i progetto, bensì di scaricarlo sulle spalle della scuola o dei volontari. Sorge spontanea una domanda: ma di cosa si occupano esattamente i nostri amministratori, oltre a pasticciare con il centro sportivo e svendere il territorio per incassare oneri di urbanizzazione?

Cordiali saluti
Laura Antimiani