Home Rubriche Lettere

Una lettera indignata sul centro sportivo

Riceviamo e pubblichiamo integralmente una lettera inviataci da una cittadina di Arese sulla situazione in cui versa il Centro Sportivo Davide Ancilotto. Un argomento che è sempre attuale e per il quale non si riesce a trovare una soluzione condivisa.

Arese, 24 marzo 2011 – Vergogna! Vergogna! Vergogna!!!! Sono le uniche parole che mi vengono in mente di fronte allo sfacelo del NOSTRO, perché è un centro sportivo comunale, quindi dei cittadini di Arese, CENTRO SPORTIVO DAVIDE ANCILLOTTO. Ho partecipato come cittadina di Arese alla tavola rotonda organizzata alla Biblioteca e sentivo magnificare gli interventi al Centro evidenziando anche quanto fosse pulito e ordinato…certo che è pulito e ordinato E’ VUOTO nessuno più corre, non ci sono bambini in bicicletta, ragazzi che giocano signore che si fermano sulle panchine a prendere il sole e fare due chiacchiere.

Sapete un’altra cosa? C’è un’esposizione di auto di un noto concessionario della zona, ma il CENTRO DAVIDE ANCILLOTTO è un centro sportivo non un’autosalone. Commercianti e aziende di Arese così si sostengono le aziende sul territorio, GIUSTO? VERGOGNA!!! Abbiamo avuto un’inutile e VUOTA pista di pattinaggio invernale, ed evidenzio invece quanto fosse piena di gente quella aperta al Centro Giada e abbiamo un dinosauro e un murales sulla piscina, mia cara amministrazione comunale questi si che sono interventi importanti per lo sport. VERGOGNA! Inoltre sono entrata in palestra e a sorpresa l’entrata è di lato, mi hanno detto che ora c’è la CLUB HOUSE…Caspita, che sport si praticano in una club house? Miei cari concittadini di Arese io direi che è ora di dimostrare la nostra indignazione alla nostra amministrazione. Ma per permettere un tale scempio cosa vi hanno promesso, voi siete eletti dai cittadini per fare il bene dei cittadini di Arese non di privati che vogliono guadagnare e che a quanto ho capito non sono nemmeno di Arese…VERGOGNA .
Lettera firmata