Home Rubriche Più o Meno

Più acqua e Più considerazione, per favore…

28 febbraio 2013 – Scusatemi, ma devo tornare sulla Casa dell’Acqua. Alle 18 di oggi, mercoledì 27, ancora non veniva erogata l’acqua gasata. Alle 21,20 sul sito del Comune di Arese nessuna informazione a riguardo. È mai possibile che, dopo le numerose segnalazioni, anche pubblicate da QuiArese e i tanti post apparsi sul suo sito Facebook, nessuno, ripeto NESSUNO, da Più di tre settimane tiene in considerazione le richieste dei cittadini? Contiamo Meno che niente. Eppure vorremmo sapere semplicemente cosa succede e se dobbiamo tornare a comprare bottiglie in plastica al supermercato, alla faccia di salvaguardia ambientale e di tutti i bellissimi discorsi che ci avevano convinto ad usufruire dell’utilità del servizio. I segnali sui ”silenzi” si sono susseguiti nel tempo: da quando avevamo chiesto di pubblicare periodicamente e sistematicamente i dati di potabilità (mai fatto) e quando avevamo suggerito l’uso di tessere, anche dietro contributo una tantum degli aresini, diverse dalla Carta Regionale, per non rovinarla e per il suo importante utilizzo per altri scopi (vedi sanità) oppure chiedevamo di essere informati sui giorni di fermo per manutenzione ordinaria…

Niente, mai nessuna risposta. Nemmeno ai giornalisti che si fanno portavoce degli utilizzatori? Perché questo silenzio sull’argomento? A questo punto ci chiediamo anche se si vuole chiudere la Casa e a cosa serve il sito del Comune dove (vedi foto) sulla sinistra della Home Page possiamo trovare delibere fino al 2010, ma nessuna notizia attuale sulla risoluzione dei Più o Meno quotidiani … A questo punto è chiaro, fin da oggi, che per le prossime elezioni chiediamo ai Partiti di inserire nei loro programmi il “rispetto dei Cittadini attraverso l’informazione e la partecipazione alle scelte” nonché la misura periodica e pubblicazione dei risultati della “soddisfazione degli Aresini sulla qualità della comunicazione da parte degli Amministratori della cosa pubblica”. E’ sbagliato, Più o Meno?

Francesco Gentile
www.gents.it/blog/

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.