Home Rubriche Più o Meno

Qualcuno ci ha pensato? Più o Meno…

23 aprile 2015 – Ci avviamo verso la Giornata della Liberazione con lo spirito di chi ha sempre creduto nella democrazia e nei diritti e doveri: una Festa che deve essere celebrata non solo nel ricordo storico ma anche guardando al futuro. Una premessa, questa, che sembra lontana dal tema che affronteremo, ma forse, in qualche modo è collegata, perché la gestione dei Servizi e della Cosa Pubblica nonché il rapporto Amministrazioni-Cittadini fa parte di quegli obiettivi per cui hanno combattuto e in cui hanno creduto i nostri padri e nonni. Guardiamo alla nostra Città. Un esempio. Da tempo si sente, da parte degli Aresini, l’esigenza di conoscere cosa ci rimarrà alla fine della manifestazione universale. Le risposte ricevute sono minime: è stata organizzata una serata in cui sono state illustrate in grandi linee le infrastrutture. Ma il futuro è anche nei servizi, nel lavoro: qualcuno ci ha pensato?.

Ormai l’Expo è vicina al giorno dell’inaugurazione. I lavori procedono freneticamente e, purtroppo, già si sa che non tutto sarà pronto. Anche ad Arese si può vedere come la corsa sia estenuante per il Centro Commerciale e per la Manifestazione, si intrecciano percorsi e rotonde, si asfaltano strade, si creano ingressi e uscite da un labirinto da Luna Park, e proprio amanti di Gardaland e di Mirabilandia devono essere i progettisti che obbligheranno gli autisti a zig-zag e capogiri per curve e strettoie a sorpresa. Superdotati di riflessi pronti, freneranno o meno nei passaggi improvvisi da due a una corsia in una sorta di autoscontro. Autisti di Tir dal fisico di Supereroi daranno vita con i loro super muscoli a sterzate forzose per evitare bordi di marciapiedi e auto filtranti…  A volte sarebbe stato sufficiente per migliorare le cose, disegnare diversamente una aiuola, il bordo di un marciapiede: qualcuno ci ha pensato?

Ma Expo cosa effettivamente sta regalando ad Arese per il futuro? Quasi un anno fa avevamo riportato, su QuiArese, gli appunti da un Convegno sui progetti per il dopo-Expo nel sito dove ora ci sono i padiglioni che tra sei mesi circa spariranno. Ma ad Arese quali progetti sono previsti e/o approvati? Il tempo corre e non vorremmo ritrovarci un deserto d’asfalto come per anni lo è stato il parcheggio, più piccolo, di fronte alla palazzina degli uffici ex Alfa e solo ora “utilizzato”. A proposito, per parcheggiare l’auto e prendere la navetta gratuita che via autostrada in 20 minuti (da sito Expo) porta alla sede della manifestazione, occorrerà prenotare il posto in anticipo, comunicando la targa. Non sappiamo ancora, ma sembra di no, se noi aresini avremo diritto ad un ticket ridotto per l’ingresso alla mostra oppure a qualche “bonus” parcheggio o a posti riservati: qualcuno ci ha pensato?

Ultimo capitolo: mezzi di trasporto per Rho-Fiera. Qualcuno ha pensato di emettere orari speciali per il periodo della manifestazione? Corse più frequenti? Corse in “sintonia” con la chiusura degli eventi, concerti, spettacoli che saranno organizzati nel sito Expo? Si è certi che le ultime corse, se coincideranno con la fine degli eventi, conterranno tutti i possibili viaggiatori? A proposito: ma è stato preventivato il numero di aresini che ricorreranno ai mezzi di trasporto?

1) Diamo uno sguardo agli orari della Linea 561 da Rho-Fiera ad Arese: da lunedì a sabato dalle 21,35 e ogni ora e cinque minuti, c’è una corsa, fino alle 0,55. Ma la domenica e festivi, l’ultima corsa è alle 18,10…
2) Volendo pensare di sfruttare la Linea 560 Milano Qt8 – Arese prendendo il bus all’uscita di Roserio, l’ ultima partenza da Qt8 nei feriali è alle 20,55, il sabato alle 20,30 e nei festivi alle 19,20.
3) Una scappatoia potrebbe essere sulla Linea Z110  Saronno (Fnm)-Caronno P.-Garbagnate (Fnm)-Arese-Rho Fiera (Fs-M1), ma da Rho Fiera verso Arese l’ultimo bus è alle 19,05 e nei festivi non ci sono corse.
4) Ma le speranze non finiscono: ci sarebbe la Linea Z120, Rho (Fs)-Lainate (dir. Arese istituti)-Garbagnate (Fnm e Ospedale). Si potrebbe andare in treno da Rho Fiera a Rho Fs e da qui il bus e scendere in via Matteotti o via Moro, ma l’ultima corsa è alle 18,50 e nei festivi nessuna corsa…
5) Allora spunta la Linea Z121 Rhi (Fs)-Arese-Bollate (Fnm) (dir. Rho Fiera Fs-M1), ma anche qui nessuna buona nuova: ultima corsa alle 18,05 nei feriali e nessuna corsa nei festivi…

In tutto ciò, i lavori per il parcheggio ultracapiente sulla vecchia sede dell’Alfa Romeo, quasi tutta rasa al suolo, stanno battendo record “giapponesi” e il nuovo panorama aresino è quello della foto. Guardando, il pensiero corre alla nota canzone: “Questa è la storia di uno di noi, anche lui ha scelto la vita in Arese, in una casa fuori città, gente tranquilla, che lavorava. Là dove c’era l’Alfa ora c’è… un’asfaltata e quella fabbrica in mezzo al verde, ormai dove sta? Passando accanto agli ultimi orti si sente il verso di un gallo che, forse per la tristezza, è emesso strozzato: “Chicch… ìììììììì…” Qualcuno, Più o Meno, ci ha pensato?

Francesco Gentile
www.gents.it/blog/

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese