Home Rubriche Più o Meno

Solo piccole cose? Forse no, Più o Meno…

07 ottobre 2013 – Chi scrive ha un compito che diventa sempre più difficile: fare l’Osservatore civico spontaneo e frenare le dita sulla tastiera sono due cose in continua lotta tra loro. Si pensa: i Concittadini vorranno essere informati su cose più importanti e io, semplice camminatore per passione, per spirito di libertà o per forzata spinta di salute, sono qui a scrivere di Casa dell’Acqua o di piccoli inconvenienti stradali legati alla sicurezza o al decoro urbano. Poi, ci si rende conto di non essere un giornalista, né un pubblico vigilante o un politico Più o Meno coinvolto, e che ci sono persone Più o Meno preparate e attente a strategie, a grandi progetti e hanno amici che li tengono al corrente di tutte le novità e retroscena. In attesa che vengano mantenute promesse e programmi, vince il “sentimento” di andare avanti: forse, uno sguardo sul “Piccolo” può aiutare a fare “Grandi” passi…

E allora la curiosità è Più o Meno forte sulla ragione e vien voglia di porre tanti “perché?”. Foto 1: in via Gran Paradiso avevamo evidenziato la sparizione del cono di segnalazione pericolo sulla ciclopedonale. E’ riapparso, ma il dislivello aumenta sempre di più. Perché non si interviene? Il parcheggio del supermercato del Centro Commerciale Giada è stato, nei giorni scorsi, rifatto: ma gli spazi sono sempre stretti e sistemare le auto è difficile, specie perché molti si “allargano” fregandosene degli altri. Inoltre, Foto 2, la strada di accesso a questo parcheggio è stata riasfaltata: perché non è stata finita “a regola d’arte”? Una nota Società elettrica, ha installato una cassetta di derivazione nuova e poco ingombrante rispetto alla precedente. Bene, ma perché (Foto 3 e 4) non è stata eliminata la vecchia? Da anni ormai, la tettoia davanti alla Biblioteca Comunale, foto 5, è stata puntellata: perché non si riesce a metterla a posto? Si aspetta la Nuova Biblioteca, di cui non si parla più?

Pochi esempi, poche domande: considerato che comunque viene speso danaro, spesso pubblico, quante “piccole cose” potrebbero essere ben fatte e rendere la Città più bella, sicura e godibile? A presto, Più o Meno…

Francesco Gentile
www.gents.it/blog/

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.

Foto 1


Foto 2


Foto 3


Foto 4


Foto 5