Home Scuola

Scuole: caccia ai fondi e ristrutturazioni

22 gennaio 2015 – Uno dei settori sui quali è particolarmente attiva questa amministrazione è quello della scuola, in particolare per quanto riguarda la ristrutturazione degli edifici di proprietà comunale. Impegno che si traduce anche in una costante caccia ai bandi che mettono a disposizione fondi per l’edilizia scolastica, ai quali il nostro Comune partecipa regolarmente e anche con buoni ritorni. Gli ultimi lavori in ordine di tempo a essere stati condotti hanno riguardato la scuola secondaria di primo grado di viale Varzi dove, durante la chiusura natalizia, è stata eseguita la ritinteggiatura del primo piano. In questo plesso scolastico sono poi previsti nelle prossime settimane, nell’ambito del Piano per l’’edilizia scolastica, ulteriori lavori di tinteggiatura, per i quali saranno utilizzati i 9 mila euro di fondi stanziati dal Piano per questa scuola. Le ulteriori imbiancature, anche se condotte in periodo scolastico, non comporteranno comunque disagi per gli studenti o interruzioni delle lezioni, in quanto i lavori saranno eseguiti al di fuori dell’orario delle lezioni.

“A seguito dei lavori di tinteggiatura – ha commentato il sindaco Michela Palestra – eseguiti presso la scuola secondaria di primo grado Da Vinci, martedì 13 gennaio siamo andati a visitare gli studenti che hanno trovato le loro aule imbiancate. Io e il vicesindaco, Enrico Ioli, ci siamo recati personalmente nelle classi perché, in sinergia con le scuole, stiamo lavorando per alzare il livello di attenzione dei ragazzi al rispetto del bene comune. I ragazzi hanno il diritto di andare a scuola in un luogo adeguato, pulito, curato e accogliente, ma devono anche avere la consapevolezza che hanno il dovere di preservarlo e mantenerlo nello stato in cui gli viene consegnato. Purtroppo il fenomeno del vandalismo è presente anche nelle nostre scuole, con esiti più evidenti nelle scuole secondarie di secondo grado, pertanto stiamo cercando di responsabilizzare i ragazzi per prevenire e contenere quanto più possibile questi fenomeni che offendono l’intera collettività, oltre naturalmente a comportare spese straordinarie. La risposta dei ragazzi, che hanno dimostrato un grande senso civico, è stata ottima. Riteniamo che sia fondamentale un coinvolgimento di tutti gli attori, Comune, scuola, famiglia, studenti, per garantire ai ragazzi una scuola di qualità, e direi che stiamo lavorando nella direzione giusta”.

A fine 2014, prima di questi interventi già previsti, il Comune aveva vinto un altro bando che andava a finanziare le bonifiche dall’amianto. Che è presente in alcuni dei nostri edifici scolastici nella colla dei pavimenti, dove è fissato e quindi in questa condizione non pericoloso. In futuro poi le scuole di proprietà comunale subiranno nuovi interventi di adeguamento già finanziati. In particolare la bonifica dall’amianto dovrebbe riguardare la scuola primaria di Col di Lana e la scuola Europa Unita. Per altri edifici scolastici verrà efficientato il sistema di riscaldamento, intervento già realizzato in passato in Col di Lana ed Europa Unita, mentre, sempre in Col di Lana verrà recuperato l’ex alloggio del custode, nell’ottica di un suo riutilizzo come spazio a disposizione delle attività scolastiche.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese