Home Sport

CCSA Basket: under 13 sconfitti a Legnano

22 novembre 2010 – Prosegue la collaborazione del nostro “inviato speciale” Sergio Alzati con il resoconto della terza giornata del campionato di basket under 13. Lo spazio su QuiArese è a disposizione di qualunque altro “inviato” che, come Sergio, desiderasse raccontarci le partite disputate dalle squadre di Arese in qualsiasi sport, campionato e categoria.

L’emozione è palpabile nei ragazzi aresini che varcano la soglia del mitico PalaKnights di Legnano per disputare la terza giornata del Campionato di Basket FIP under 13. La solennità della palestra e la qualità dei padroni di casa, indiscutibilmente i più forti del girone G, inibiscono la squadra del CCSA che scende sul parquet con molta titubanza e senza la cattiveria agonistica che partite di questo livello richiedono. Il primo quarto, giocato su ritmi elevati, denota già una certa superiorità tecnica del Legnano che affonda i colpi in una difesa troppo remissiva e il parziale è impietoso: 23-5. Nella prima pausa il Coach riesce a scuotere la squadra facendo scattare la fatidica molla. La concentrazione sale, i passaggi si fanno più precisi e la nostra area dei tre secondi non è più terra di conquista. Legnano fatica, i verdi si galvanizzano e alla fine del secondo periodo il risultato è 32-21. Stesso copione nel terzo quarto dove l’equilibrio regna sovrano e viene interrotto solo da un paio di “bombe” da tre punti che consentono ai padroni di casa di chiudere sul 46-31. Spettacolare è l’ultima frazione in cui Arese riesce ancora a rimontare otto punti sfruttando buone soluzioni dalla misura. Ma è ormai troppo tardi e il punteggio finale è Legnano 56 CCSA Arese 49. Da segnalare le buone prove di Calì e Alzati e il sempre positivo inserimento dei più piccoli (annata 1999).

In conclusione si può archiviare questa partita come una normale sconfitta preventivabile e in parte spiegabile con lo spessore dell’avversario e con le assenze importanti. Il CCSA pur rimaneggiato è comunque parso troppo arrendevole in avvio di partita. E’ importante che i ragazzi giochino con più coraggio affrontando a viso aperto anche gli avversari maggiormente titolati; azzardare di più soprattutto in attacco a volte paga e su questo deve lavorare il Coach Beneggi…audaces fortuna iuvat!