Home Sport

Grande calcio con il Torneo delle Nazioni

01 luglio 2011 – Come è ormai tradizione, il 29 Giugno, festa dei SS Pietro e Paolo patroni di Arese, si è giocata la finalissima del Torneo delle Nazioni, giunto alla sua quinta edizione. Il successo ottenuto da questa manifestazione è stato grande con numeri impressionanti: 24 squadre iscritte, più di trecento giocatori provenienti, non solo da Arese, ma da tutti i paesi limitrofi, 52 partite con arbitraggio ufficiale CSI…e atleti che si sono dati battaglia sin dal 30 maggio, giorno d’apertura della manifestazione. Il livello tecnico è stato inusualmente alto grazie anche alla partecipazione di atleti che militano in categorie semi professionistiche, con qualcuno che ha solcato, in un recente passato, anche i campi di serie A. La formula del torneo è stata molto semplice: le 24 formazioni (con ben sette squadre non sono riuscite ad iscriversi) composte da 14 giocatori, sono state suddivise in 6 gironi di qualificazione da 4 squadre.

Accedevano alla fase successiva le prime due classificate di ogni girone e le quattro migliori terze. A questo turno all’italiana facevano seguito gli ottavi di finale fino ad arrivare alla finalissima del 29 Giugno. Quest’anno, le squadre che si sono guadagnate il diritto a giocare la finale sono state la FIB United (nella foto) e la Gelateria Heaven, finalista nelle ultime due edizioni ma sempre sconfitta dall’Hair Moda, campione in carica ma in quest’edizione eliminata in semifinale. E’ stata una finale tesa, non un bellissimo match e giocata sul filo dei nervi. La partita si è conclusa con il risultato di 2 a 1 per i rossi della FIB che hanno comunque meritato il successo finale. Per la Gelateria Heaven un’altro boccone amaro da digerire: terza finale persa in tre anni … quasi un record! Subito dopo la partita ci sono state le premiazioni.

Dei vincitori e vinti si è già detto, allora ricordiamo al terzo posto l’Hair Moda ed al quarto la Pizza da Ciro. Il Comitato organizzatore premia anche il miglior giocatore del torneo ed il bomber della manifestazione. Quest’anno si è aggiudicato tutti e due i premi Marco Curione dell’Hair Moda. Oltre all’aspetto sportivo, non si può dimenticare chi ha organizzato l’evento. Il GSO e l’Oratorio sono riusciti a coinvolgere più di 50 collaboratori che per 14 sere si sono dati il cambio per gestire gli spogliatoi, per collaborare con gli arbitri e per garantire un punto ristoro di tutto rispetto. Risultato? Spalti pieni tutte le sere e grande affluenza di pubblico. Unica nota negativa è il poco rispetto che a volte la gente ha per le cose altrui … se ci fosse anche quello il cerchio sarebbe perfetto. Adesso tutti in vacanza e magari ci si rivede per la sesta edizione…sarà finalmente la volta buona per la Gelateria Heaven?