Home Sport

Gso: al via iscrizioni per stagione 2012-13

06 settembre 2012 – Il Gso riprende le sue attività con la presentazione dell’offerta sportiva per la stagione 2012-2013, con un’offerta completa che soddisfa le esigenze di tutte le fasce di età in ambito di pallavolo, basket, calcio, tennistavolo e podismo. Il settore calcio, diretto da Tino Baricordi e da Gigi Taddeo, potrà contare su nove squadre: Big Small (nati negli anni 2005 e 2006), Under 9, Under 10, Under 11, Under 12, Under 13, Under 14, Allievi, Juniores e Open (calcio a 7 per nati nel 1997 e anni precedenti). Il volley, gestito da Marco Giacomini, offrirà sette squadre: microvolley (nati nel 2004 e 2005), minivolley (2002-2003), Under 12, Under 14 e Under 16, oltre alle due squadre militanti nei campionati femminili di Seconda e Terza divisione Fipav, con le ragazze di Seconda Divisione che sono vice-campioni nazionali. Sette anche le rappresentative impegnate con Michele Trotta nel basket, dove si parte con Primo Basket (anni 2004 e 2005) per proseguire con Under 10, Under 12, Under 14, Under 16, Junior e per finire con gli Over 30.

Per quanto riguarda il tennistavolo, gestito da Daniele Saturno, sono previste le categorie agonistiche Fitet di serie C1, C2, D1 e D2 e l’attività amatoriale che include corsi per ragazzi nati nell’anno 2001 e precedenti. Il podismo è affidato, infine, a Maurizio Amicabile e schiera una squadra di atleti maggiorenni. Il Gso ha anche reso noto che le quote associative non hanno subito variazioni rispetto alla scorsa stagione e che sono previste agevolazioni per gruppi familiari (clicca qui per il volantino con le tariffe). Le iscrizioni alle attività sportive del Gso per la stagione 2012-2013, che si possono effettuare tutti i giovedì (dalle 17,30 alle 19,00) e i sabato (dalle 16,00 alle 19,00)  si aprono oggi e rimarranno aperte fino al prossimo sabato 22 settembre. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito Internet del Gso (clicca qui) o inviare una mail all’indirizzo [email protected].

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.