Home Sport

Il GSO batte d’autorità la Victor Rho

03 ottobre 2011- Davanti al grande pubblico della domenica di festa dell’oratorio di Arese, il GSO affronta la Victor Rho nella terza giornata del campionato di terza categoria. Mister Meloni conferma l’undici che aveva annientato la Pro Juventute nel match della scorsa settimana, con la sola eccezione di Soldano al posto dell’infortunato Sabbadini. Il GSO parte subito forte e al 5’ arriva il primo brivido per il portiere ospite: sugli sviluppi di un corner Ferrari trova lo spiraglio per il tiro, tanta potenza ma poca precisione e palla alta sulla traversa. L’Arese insiste e dopo alcuni minuti di vantaggio territoriale trova il gol: è il 13’ quando Soldano recupera una palla vagante e serve Trombini in profondità. Il centrocampista si trova a tu per tu con il portiere avversario e di piatto destro firma l’1 a 0. Il primo gol rende cosciente il GSO delle grosse difficoltà della difesa ospite, incapace di tenere la linea e di attuare a dovere il fuorigioco, e fa si che la squadra di Arese si riversi in avanti per cercare il raddoppio immediato. Ci provano nell’ordine Magagna, Perri e Soldano ma non trovano fortuna. Al 25’ è però la Victor ad arrivare vicinissima al gol: su un innocuo lancio in profondità Cavalli esce dall’area e controlla di piede ma perde troppo tempo nel calciare la palla e regala il possesso all’attaccante rhodense che si invola verso la porta sguarnita. L’indecisione dell’estremo difensore potrebbe costare cara, ma il grande recupero di capitan Bianchi impedisce agli ospiti di pareggiare. Poco dopo Cavalli si riscatta dell’errore, deviando in corner una potente conclusione degli ospiti. Nel finale della prima frazione c’è spazio per un’altra conclusione di Perri dal limite dell’area e per una punizione di Imparato: in entrambi i casi la palla esce di poco. All’intervallo il risultato rimane 1-0.

In avvio di ripresa arriva subito il raddoppio biancorosso: è il quinto minuto, Bianchi batte una punizione dalla linea di centrocampo, la palla spiove in area e un difensore rhodense, preoccupato dell’arrivo di Imparato, colpisce malamente di testa infilando la palla nella propria porta. La Victor prova a reagire immediatamente al doppio svantaggio ma gli attaccanti gialloverdi non sono mai precisi al tiro. Dopo il primo quarto d’ora della ripresa si assiste ad un calo fisico vertiginoso di entrambe le compagini, dovuto anche al grande caldo del pomeriggio aresino, e la partita si trascina lentamente verso un esito abbastanza scontato. Il GSO prova a chiudere definitivamente i conti con Bellasio e Manolio (subentrato a Magagna al 63’) ma in entrambi i casi manca lucidità negli ultimi metri. Ancora Manolio al 69’ colpisce la traversa con un tiro ravvicinato su assist di Perri. Inizia quindi la girandola dei cambi, ma la partita si è definitivamente spenta. L’ultimo sussulto d’orgoglio della Victor arriva all’80’, quando il bel diagonale del centrocampista ospite trova i pugni di Cavalli.

A coronamento dell’ottima prestazione di squadra, nei minuti di recupero arriva il 3-0 di Perri, che finisce sul tabellino marcatori grazie un pregevole sinistro che bacia la traversa e si infila in rete. Altra vittoria meritata per il GSO, che mette in mostra un sistema di gioco in continua crescita e un affiatamento che migliora ad ogni match. La nota stonatissima di questa domenica è quella relativa al campo dell’oratorio di Arese: un campo troppo sconnesso che rende impossibile un gioco veloce a terra. Eloquenti le parole di Imparato a fine gara: “Le partite che giochiamo in casa sono le nostre trasferte, questo campo penalizza troppo il nostro stile di gioco”. E intanto il bellissimo campo del centro sportivo comunale è lasciato a maggese …

TABELLINO
GSO Don Bosco Arese – Victor Rho 3-0 (13’ Trombini, 50’ Autogol, 90’+1’ Perri)
Ammoniti GSO:  27’ Perri per gioco scorretto, 64’ Bellasio per gioco scorretto, 66’ Trombini per gioco scorretto, 90’+3’ Manolio per comportamento non regolamentare.

PAGELLE
Cavalli 6, Melia 6,5 (dal 79’ Dezio s.v.), Giorgiutti M. 6, Bianchi 7, Bellasio 6 (dal 77’ Giordano s.v.), Soldano 6 (dal 82’ Rosai s.v.), Trombini 6,5, Ferrari 6, Imparato 6 (dal 84’ Piazzolla s.v.), Perri 7, Magagna 6 (dal 63’ Manolio 6,5)

Servizio di Paolo Giudici