Home Sport

Il Gso porta il tennistavolo nelle scuole

02 aprile 2014 – La sezione tennis tavolo del Gso e le scuole medie aresine avvieranno una collaborazione finalizzata ad avvicinare a questo sport i ragazzi delle classi seconde e terze. In questa fase è previsto che due insegnanti di tennis tavolo dell’associazione saranno presenti per due ore alle lezioni di educazione fisica di otto seconde e otto terze medie, per presentare questo sport sia dal punto di vista regolamentare che da quello tecnico e strategico. Oltre alla parte teorica, nell’arco delle due ore i tecnici del Gso faranno una piccola dimostrazione del gioco, della durata di 10-15 minuti, e faranno poi giocare gli alunni seguendoli singolarmente e cercando di dare loro una prima impostazione tecnica di base. I ragazzi delle medie avranno così la possibilità di conoscere le regole di gara, l’impugnatura superiore, inferiore e laterale della racchetta, i singoli colpi, divisi in servizio, scambio, palleggio, top spin, blocco, contro top, flip, schiacciata e difesa alta.

“Il tennis tavolo, noto soprattutto col nome popolare di ping-pong – commenta il responsabile di sezione del Gso Daniele Saturno – è uno degli sport più praticati al mondo ed è anche una specialità olimpica. A livello agonistico richiede un’opportuna preparazione psico-fisica a causa delle sollecitazioni, sia fisiche che di concentrazione mentale, espresse nei brevi tempi di ogni scambio. Per questo l’atleta di tennis tavolo esprime in genere doti fisiche di coordinazione, rapidità di movimento e ottimi riflessi, oltre ad una certa sensibilità nel tocco. Dagli appassionati viene spesso detto che il tennis tavolo è giocare a scacchi correndo i cento metri: questa affermazione testimonia come l’elevata dose di concentrazione richiesta dal gioco vada abbinata a una fulminea velocità di movimento”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese