Home Sport

La NBA debutta con una doppia vittoria

12 settembre 2011 – Il Nuovo Basket Aresino (NBA) bagna il suo debutto ufficiale con una vittoria, quella nel torneo organizzato ad Arese per ricordare Tarcisio Vaghi e Fabio Porta (leggi qui), i cui genitori erano presenti al palazzetto di Arese e, con il presidente Giorgio Venturelli, hanno premiato le squadre partecipanti e l’MVP Ezio De Piccoli al termine del torneo. La NBA ha vinto entrambe le partite disputate, sconfiggendo in semifinale per 68 a 49 Cornaredo e in finale per 70 a 66 Cerro Maggiore, che il venerdì si era imposta per 77 a 64 su Cislago. La curiosità per vedere all’opera la squadra aresina guidata da Giuseppe Gargantini era molta e numerosi erano anche gli spettatori presenti in viale Resegone per il suo debutto. In entrambe le partite la NBA ha sofferto all’inizio, un quarto con Cornaredo e tutto il primo tempo con Cerro Maggiore ma poi Arese ha avuto la meglio su entrambi gli avversari anche se con Cerro, ottima squadra, c’è stato da soffrire quasi fino alla fine. La NBA, malgrado sia una squadra completamente nuova, ha destato un’ottima impressione e dove non arriva ancora il gioco di squadra ci hanno pensato le ottime individualità in rosa a risolvere le situazioni.

Il lavoro di coach Gargantini sembra comunque essere già arrivato a buon punto perché, pur con alcuni meccanismi ancora da oliare in attacco, la squadra ha già messo in mostra un’ottima intesa difensiva, con i giocatori che hanno dimostrato un’eccellente reattività. Come sottolinea Silvio Saini, general manager NBA: “Le sensazioni sono buone e si è visto il giusto spirito di gruppo. La difesa ha lavorato bene mentre dobbiamo ancora assimilare alcuni degli schemi di attacco. Siamo comunque più che soddisfatti di quanto fatto sinora che rappresenta un buon punto di partenza per il campionato. Abbiamo ancora una decina di giorni prima del debutto e li utilizzeremo per affinare il lavoro fin qui svolto”. E’ sulla stessa lunghezza d’onda anche coach Gargantini che così commenta la doppia vittoria: “Ho avuto dalla squadra le indicazioni che speravo di ricevere. C’è ancora molto lavoro da fare ma sono soddisfatto di come abbiamo interpretato queste due partite. Tra l’altro rispetto alla semifinale con Cornaredo, nella partita con Cerro ho visto, malgrado l’avversario fosse più forte, dei netti miglioramenti nel gioco”.

Non può che essere soddisfatto anche il presidente Venturelli che però, più che la vittoria del torneo ci tiene a sottolineare un altro aspetto: “Sono commosso e faccio fatica a parlare: vedere i genitori di Vaghi e Tacci partecipare alle premiazioni è stata per me la soddisfazione più grande. Per quanto riguarda i miei ragazzi, mi sembra che questo torneo abbia dato conferma dell’ottimo lavoro fatto da Silvio Saini nell’assemblare dal nulla un gruppo che volevamo da subito vincente. Come si vede anche la mano di coach Gargantini che in poco tempo ha già fatto di questi ragazzi una squadra. Se prima potevo solo sperarci, ora che ho visto la squadra all’opera sono assolutamente convinto che arriveremo ai playoff. Dove credo troveremo anche gli amici di Cerro”.