Home Sport

La NBA soffre ma vince a Cornaredo

Il Nuovo Basket Aresino(NBA) ha ottenuto la seconda vittoria in due partite di campionato sconfiggendo ieri in trasferta la Benfanti Cornaredo con il punteggio di 61-66. Come era nelle previsioni dello staff tecnico della Freestation NBA, per gli aresini è stata una vittoria molto sofferta e arrivata solo nel finale. Cornaredo si è, infatti, dimostrata una squadra che quando gioca in casa è molto difficile da battere e, rispetto a quanto si era visto in preseason ad Arese, è anche notevolmente cresciuta. Dopo un inizio nel quale le due squadre si prendevano le misure, Cornaredo provava a dare uno strappo chiudendo il primo quarto in vantaggio di sei punti sul 21-15. Nel secondo periodo la Freestation NBA iniziava a ricucire il distacco e si andava a riposo sul punteggio di 34-33. All’inizio del secondo tempo la NBA piazzava un break di nove punti ma Cornaredo, dando dimostrazione di quel grande carattere temuto da Arese, si riportava sotto chiudendo il periodo a meno quattro sul punteggio di 48-52. Nell’ultimo quarto la Freestation NBA sembrava in controllo della partita ma ancora una volta Cornaredo rientrava prepotentemente in partita andando addirittura in vantaggio per 58-57 a poco più di due minuti dalla fine.

Era però a questo punto che usciva la maggiore caratura tecnica e il grande carattere di Arese che metteva a segno un parziale di 3-9 e andava a vincere per 61-66. Fondamentale in questa fase era Daniele Amadio che metteva a segno la tripla che dava il la alla vittoria aresina. Nel suo commento Silvio Saini, general manager di Arese, sottolinea proprio la lucidità messa in campo dalla squadra quando si è trovata sotto a due minuti dalla fine: “Abbiamo superato bene le difficoltà, rimanendo sempre in partita con la testa e non facendoci prendere dal panico quando a due minuti dalla fine siamo andati sotto nel punteggio. E’ stato molto positivo che in quel frangente difficile la squadra sia riuscita a rimanere lucida costruendo dei buoni giochi sia in fase difensiva che in fase offensiva. Quello che ci portiamo indietro da Cornaredo, oltre alla testa della classifica, è stata la grande prova di coesione data dalla squadra che pone i presupposti per un’ottima stagione una volta che i ragazzi avranno maggiormente assimilato gli schemi di gioco”. Soddisfatto anche coach Gargantini che evidenzia come la squadra abbia vinto malgrado sia ancora lontana dalla migliore condizione: “Avevo detto che avremmo trovato una Benfanti diversa da quella vista ad Arese in precampionato e così è stato. E’ stata una trasferta molto insidiosa e una vittoria sofferta, che però ha dimostrato ancora una volta quello che è il carattere della squadra. Siamo ancora indietro di preparazione e paghiamo anche l’infortunio di Razzaboni che, pur dandoci una buona mano e giocando per 6/7 minuti, arrivava a questa partita senza avere disputato un cinque contro cinque in allenamento. L’importante comunque era portare a casa i due punti e lo abbiamo fatto. Con il tempo crescerà la condizione e l’intesa di squadra e allora ci esprimeremo sui livelli che tutti si aspettano da noi”.

Tra gli aresini sono andati in doppia cifra Amadio con 16 punti (3/3 ai liberi, 2/4 da due e 4/7 da tre), De Lucia con 16 punti (8/11 da due e 8 rimbalzi) e Borroni con 13 punti, 10 dei quali messi a segno nel secondo tempo.

TABELLINI
Risultato finale: 61-66 (21-15, 13-18, 14-19 e 13-14 i parziali dei quarti)
Freestation NBA: Marco Maffezzoli 5 punti, Dario Borroni 13 (6 rimbalzi), Andrea Razzaboni 3, Daniele Amadio 16, Massimo Guerrato 5, Federico Eleni 2, Federico De Lucia 16 (8 rimbalzi) , Ezio De Piccoli 6