Home Sport

La Wba mette in campo anche il minibasket!

11 settembre 2012 – Anche quest’anno, il terzo dalla fondazione della società, la Wba Arese si prepara a iniziare la sua stagione sportiva, pronta a far giocare a basket le ragazze e le bambine che vorranno praticare o imparare, nel caso delle più piccole, il favoloso gioco della palla a spicchi. Tre le squadre femminili che militeranno nei campionati Fip e Uisp anche per la prossima stagione: Promozione, Open Uisp e Under 15/14. La grossa novità di quest’anno è però rappresentata dal settore minibasket che si aggiunge alle attività della Wba per completare l’offerta formativa per il settore giovanile, e dare così modo ai piccoli aspiranti cestisti del nostro territorio di divertirsi, iniziando a praticare lo sport della pallacanestro. Il gruppo minibasket, già allenato lo scorso anno al Ccsa dagli esperti istruttori Niccolò Facioli ed Andrea Razzaboni, sì è infatti unito alla Wba per dare la possibilità ai giovani appassionati di basket di restare ad Arese ad allenarsi e giocare, senza interrompere quella tradizione che da decenni vanta un’ottima scuola e molti seguaci. Le formazioni che faranno parte del settore minibasket saranno le seguenti: Pulcini (anni 2005/2006), Pulcini (anni 2007/2008), Scoiattoli (anni 2003/2004), Aquilotti (anni 2001/2002).

Con la Wba giocherà inoltre una squadra di ragazzi Under 14, già protagonisti nell’ultima stagione sportiva aresina con l’ex Nba, società che ha deciso di interrompere l’attività alla fine dello scorso campionato. La Wba prosegue quindi nello sforzo di promuovere lo sport per i giovani aresini e a tale scopo invita tutti a conoscere il suo staff, dirigenti e allenatori, presso lo stand che sarà presente alla Festa delle Associazioni in piazza 11 Settembre la prossima domenica 16 settembre.

Alla Wba va un grosso in bocca al lupo per la stagione che sta per iniziare da parte di QuiArese, il cui nome lo scorso anno ha trovato spazio sulle magliette della squadra femminile di Serie C!

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.