Home Sport

Playoff volley: Re Figeco sconfitta in casa

07 giugno 2011 – In un palazzetto gremito di pubblico, domenica sera il CCSA Re Figeco ha giocato la partita di andata della finale dei playoff del campionato di serie C Regionale di pallavolo. L’avversario con il quale gli aresini si contendono la promozione in serie B2 è il Bresso e la sfida si disputa al meglio delle tre partite. Purtroppo per la squadra di Arese la prima sfida non è andata bene e la Re Figeco ha incassato una sconfitta al tie break per 2 a 3 (25-27, 25-23, 25-22, 16-25 e 12-15 i risultati dei set). Dopo i primi due set molto combattuti, la Re Figeco ha conquistato il terzo e si è resa protagonista di un ottimo avvio anche nel quarto parziale. A questo punto però qualcosa di inceppava nei meccanismi di attacco di Arese e Bresso tornava prepotentemente in partita recuperando lo svantaggio, andando a vincere il quarto set e portando quindi la partita al tie break decisivo. Qui purtroppo il CCSA partiva molto male e si ritrovava subito sotto per 1 a 6. La reazione degli aresini non si faceva però attendere e la squadra riusciva a ricucire il distacco arrivando ad agganciare Bresso sul punteggio di 11 pari. Le energie spese, e le precarie condizioni fisiche di qualche giocatore, non permettevano però alla Re Figeco di completare l’opera, con gli avversari che riuscivano a portare a casa l’incontro.

Ora la situazione della squadra allenata da Marco Pandolfi e Giorgio Gallo si è fatta difficile perché, per continuare a sperare nella promozione, la Re Figeco dovrà andare a vincere il prossimo giovedì a Bresso per tornare poi a giocare la sfida decisiva ad Arese domenica 12 giugno. Nello staff aresino c’è comunque molta fiducia nella possibilità di ribaltare il risultato, come conferma Giorgio Gallo: “Nel quarto e quinto set abbiamo incontrato molte difficoltà in attacco perché le nostre offensive arrivavano quasi sempre dall’opposto e loro hanno scelto di rinunciare ai centrali per difendere quasi esclusivamente in quella zona del campo. Purtroppo noi non siamo stati bravi a cambiare strategia nel corso della partita. Direi che, anche a causa delle non perfette condizioni fisiche di alcuni giocatori, abbiamo giocato al settanta per cento del nostro potenziale. Non ci resta quindi che recuperare e andare a Bresso a vincere la partita”.