Home Sport

Ritorna alla vittoria la Freestation Nba

05 dicembre 2011 – Dopo la sfortunata sconfitta esterna della scorsa settimana a Cerro Maggiore, la Freestation NBA di Arese torna alla vittoria superando per 71-51 in casa Daverio. La partita è stata in equilibrio fino a un minuto dalla fine del terzo quarto, con Arese comunque sempre avanti di qualche punto. Per la Freestation è stato decisivo il passaggio alla zona 2-3 che ha tolto a Daverio facili penetrazioni. Tra gli aresini ottime prestazioni di Borroni e De Lucia, con il primo efficace da fuori e capace di spaccare la difesa di Daverio in due con rapide penetrazioni e con il secondo molto presente nel pitturato anche se chiamato a farsi carico di un lavoro supplementare visto che in questo momento è l’unico centro di ruolo. Tre i giocatori aresini in doppia cifra: il top scorer Borroni con 19 punti, De Lucia con 15 e Razzaboni con 10. Nel primo quarto la Freestation difende bene ed è molto presente sulle palle vaganti. In attacco è efficace quando riesce ad andare in transizione ma trova qualche difficoltà contro la difesa schierata.

Dopo 3’ Daverio ha già 3 falli di squadra ma gli aresini, insolitamente imprecisi dalla linea dei liberi, ne mettono a segno solo 1 su 4. Al 4’ il punteggio è di 3-4, anche a causa di una certa sfortuna di Arese con diversi tiri che girano sull’anello prima di uscire. Nei due minuti successivi la Freestation mette a segno un parziale di 6-0 e si porta sul 9-4 ma i tanti palloni recuperati non vengono capitalizzati, tanto che a 2’30” dalla fine del quarto Daverio, pur senza fare nulla di speciale, impatta sul 9-9. A 20” dal termine del periodo arriva la prima tripla di Arese che fissa il punteggio sul 16-12. Il secondo quarto prosegue sulla falsariga del primo, con Arese sempre reattiva ma poco efficace in attacco. Coach Gargantini offre molto spazio al secondo quintetto, tanto che per buona parte del parziale dello starting five in campo c’è il solo Amadio. E’ un quarto fotocopia del primo, tanto che le squadre vanno al riposo lungo con gli stessi quattro punti di scarto del primo quarto sul 32-28. Il terzo parziale inizia con numerosi errori da ambo le parti. E quando Arese mette una tripla che sembra poterle dare l’abbrivio, Daverio replica con un altro tiro da 3 nell’azione successiva. A metà del terzo quarto sono sempre 4 i punti a separare le due squadre, con la Freestation avanti per 39-35, e lo stesso distacco c’è anche all’8’ sul 44-40.

Arese si scuote però nell’ultimo minuto del quarto e mette a segno un parziale di 5-0 che chiude il periodo sul 49-40. Nel quarto parziale il passaggio alla difesa a zona si rivela determinante, con Daverio che non trova più la via del canestro. La conferma la si ha sommando gli ultimi 2’ del terzo quarto e l’intero quarto periodo, dove gli ospiti riescono a realizzare solo 11 punti. Arese, invece, si sblocca anche in attacco e, nelle stesso lasso di tempo, realizza 27 punti. Il vantaggio della Freestation si amplia progressivamente, con Daverio che non trova più il bandolo della matassa. Alla sirena il punteggio finale è di 71-51. Ecco l’analisi che il coach Giuseppe Gargantini fa della partita: “Siamo stati un po’ confusionari in attacco e in difesa concedevamo troppe facili penetrazioni. La chiave della partita è stato il passaggio alla difesa a zona Daverio che ha avuto grosse difficoltà ad affrontarla e di fatto non ha più segnato. Ci manca sempre un lungo perché in quel ruolo oggi abbiamo solo De Lucia. Ponchiroli comunque sta recuperando in fretta e speriamo di averlo presto con noi”. E’ sulla stessa lunghezza d’onda anche il general manager Silvio Saini: “Anche oggi abbiamo incontrato le solite difficoltà a riempire l’area in fase difensiva e quindi abbiamo sofferto le loro penetrazioni. E’ stato risolutivo il passaggio alla zona 2-3, con Daverio che, costretta a tirare da fuori, non ha trovato buone percentuali”.

Risultato finale: 71-51 (16-12, 16-16, 17-12 e 22-11 i parziali dei quarti)
Freestation NBA: Marco Maffezzoli 5, Dario Borroni 19, Andrea Razzaboni 10, Daniele Amadio 8, Mario Castelli, Gualtiero Sabatini, Federico Eleni 6, Roberto Galli 4, Federico De Lucia 15, Ezio De Piccoli 4