Home Sport

Under 13: vittoria con qualche ombra

05 febbraio 2011 – Il CCSA Under 13 gioca in casa la seconda giornata di ritorno del campionato di Basket del girone G e gli avversari di turno sono i rhodensi del San Paolo. La partita, sulla carta facile visto anche lo scarto inflitto all’andata ai rhodensi, dovrebbe servire a preparare nel migliore dei modi la sfida di domenica prossima, decisiva per il futuro del campionato dei ragazzi, contro la capolista Legnano. Purtroppo queste premesse non aiutano la concentrazione e i verdi si presentano alla palla contesa con lo spirito di chi vuole fare una passeggiata, con il tutto che si traduce in un gioco lento e prevedibile. Rho, pur tecnicamente inferiore, ci mette grinta ed entusiasmo e si gioca alla pari il primo quarto che tuttavia vede il CCSA chiudere in vantaggio 14 a 6. Nel secondo quarto il copione non cambia, con gli aresini che sembrano i lontani parenti della squadra tutta cuore vista una settimana prima contro Garbagnate.

 

Fortunatamente arriva la pausa di metà gara che consente di riordinare un po’ le idee e di ritrovare la velocità, la grinta e soprattutto l’approccio mentale che una gara di campionato comunque merita a prescindere dal valore dell’avversario. Arese si ricorda delle combinazioni veloci in attacco che l’hanno portata nelle posizioni nobili della classifica e riesce anche a difendere in maniera un po’ più dignitosa. La conseguenza è che il punteggio finalmente si dilata: 53 a 15 alla fine del terzo quarto e alla sirena i padroni di casa si impongono per 67 a 26.

E’ significativo che il migliore in campo dei verdi sia stato il piccolo Andrea Cannici un 1999 che, libero da carichi di responsabilità, ha giocato una partita encomiabile. Bene anche negli ultimi due periodi la difesa di Davide Mola e Stefano Calì che nelle fasi di non possesso palla hanno chiuso la saracinesca agli avversari. Il campanello d’allarme è suonato: il coach Roberto Beneggi dovrà far sudare parecchio in palestra i suoi ragazzi perché alla fine della prossima settimana li attende “the match of the year”; sarà indispensabile battere Legnano, che tecnicamente è una squadra di ottimo livello, e Arese deve ritrovare gli occhi della tigre per coltivare i propri sogni di spareggio.