Home Sport

WBA sprecona, vince l’Idea Sport

13 marzo 2012 – Domenica ad Arese, per il diciottesimo turno del campionato di basket femminile di serie C, è arrivata l’Idea Sport Milano, con al seguito un buon numero di tifosi, genitori e molte ragazzine delle loro giovanili per una cornice di pubblico veramente bella. Un po’ meno bella è stata la risposta data sul campo dalla WBA di Arese che ha evidenziato, anche in questa occasione, quelli che sono i pregi e i difetti della squadra. Ancora una volta, infatti, le aresine sono state condannate dalle troppe palle perse e dalla mancanza di una reazione forte nei momenti nei quali la partita si fa difficile. Un peccato quest’ultimo che va probabilmente ascritto alla giovanissima età media delle ragazze della WBA che ancora una volta hanno schierato contemporaneamente per molti minuti due giocatrici di quindi anni di età. La partita è stata persa per 51-76 ma il lavoro di coach Moretto con le giovani getta delle solide basi per il futuro della squadra.

L’avvio della WBA è stato buono, con tutte le giocatrici impegnate a dimostrare che la pesantissima sconfitta con la Sustinente era stata un “incidente di percorso”. Le aresine vanno avanti prima 2-0 e poi 4-2 ma purtroppo gli spettri del recente passato sono ancora tutti li. A Milano basta un po’ di pressing per mandare in confusione la WBA che subisce un pesante parziale con il primo quarto si chiude sul 9-21. Coach Moretto capitalizza la pausa breve e rimette in carreggiata la sua squadra, che nel secondo quarto è più incisiva e presente. Le aresine segnano 20 punti in 10′ e recuperano parte del distacco chiudendo il primo tempo sul 29-36. Al ritorno in campo si vede ancora una buona WBA, capace di mettere pressione all’Idea Sport, fino a quando alle aresine si spegne nuovamente la luce e Milano mette a segno un altro parziale che le fa chiudere il quarto in vantaggio per 39-57. L’ultimo parziale non ha più molto da dire, con le ragazze della WBA che, sfiduciate, non riescono a imbastire una reazione. Da segnalare, a 3′ dalla fine, l’espulsione dell’aresina Letizia Tavolo per una reazione dopo un fallo subito. Intervento giusto degli arbitri che hanno operato bene in generale. Nelle fila della WBA sono andate in doppia cifra il capitano Sandra Anzisi (nella foto) con 16 punti (e 11 rimbalzi) e Letizia Tavolo con 11 punti.

Ecco il commento di coach Moretto: “Mi spiace moltissimo, ma d’altro canto non si può vincere una partita con tutte quelle palle perse e poca intensità per andarsele a riprendere. Intendiamoci, non sono deluso ma solamente dispiaciuto perché quando le mie ragazze decidono di metterci tutto e giocare d’insieme ne mettono 20 in un quarto contro chiunque, ma quando vanno in crisi non c’è più nulla da fare e non basterebbero 20 time-out. Voglio dire solo una cosa alle mie ragazze: crederci! Perché se non credete in voi stesse nessuno potrà mai farci nulla. La prossima partita sarà contro Cavallini, una squadra che crede, giustamente, in se stessa, che sta facendo molto bene e che si aspetterà di fare una passeggiata contro di noi. Dal canto nostro possiamo solo andare da loro, portare il nostro orgoglio, il nostro amor proprio e giocare quattro quarti al massimo delle nostre possibilità. Che sono molto più alte di quello che molti pensano. Se le ragazze giocano, se la giocano con chiunque”.

Tabellini
WBA Arese – Idea Sport Milano: 51-76 (9-21, 20-15, 10-21 e 12-19 i parziali dei quarti)
WBA: Sandra Anzisi 16; Letizia Tavolo 11; Morena Locatelli 10; Martina Palamara 6; Francesca Conconi 5; Valeria Tovagliari 2; Marika Galli 1