Home Cronaca

Adp Alfa: ecco il primo documento ufficiale

23 febbraio 2012 – Alla fine le cose si sono rimesse in moto anche da un punto di vista “visibile al pubblico”. Dopo mesi di incontri “carbonari”, finalmente è comparso il primo documento ufficiale in merito al nuovo Accordo di programma (Adp) relativo all’area ex Alfa Romeo. E le notizie non sono buone. Rispetto alla precedente versione, approvata verso la fine del 2010 dai comuni di Arese e Lainate ma bocciata da quello di Rho, è completamente sparito ogni riferimento alla “realizzazione di una metro-tranvia (o filobus via)”, è stata confermata la realizzazione di un centro commerciale (definito Grande Superficie di Vendita), ed è ricomparsa una planimetria relativa alla viabilità stradale dove sono presenti la cosiddetta “tangenzialina” e il parcheggio Expo dietro la villa di Valera. Il “documento di scoping” completo è scaricabile da qui.

Non è chiaro, comunque, se tale planimetria faccia già parte del nuovo Adp o se sia stata riportata solo come riferimento della vecchia versione. Vero è che a pagina 6 si dice che “in osservanza del principio generale di economicità e di efficienza dell’azione amministrativa (…) saranno fatti propri, compatibilmente con le previsioni del nuovo progetto di riqualificazione dell’area, i risultati delle procedure già espletate nell’istruttoria dell’Accordo di programma sottoscritto in data 14 settembre 2010. Tali risultati riguardano: la Valutazione Ambientale dell’Accordo di Programma precedente, conclusasi con Parere motivato positivo (…); la Valutazione di Impatto Ambientale delle opere relative al sistema della viabilità e al centro commerciale, conclusasi con giudizio positivo in ordine alla compatibilità ambientale”.

Bisognerà quindi capire meglio quali siano gli orientamenti in termini di viabilità. Dal nuovo Adp è stato completamente escluso anche qualunque riferimento alla valorizzazione del sito museale Alfa-Romeo, scelta sciagurata ma inevitabile visto che il museo Alfa Romeo sorge in territorio di Rho, città ora esclusa dall’Adp. Nota positiva, invece, riguarda la prevista “realizzazione di adeguate fasce filtro” e la “conservazione e valorizzazione del percorso di interesse paesistico individuato dal PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, ndr) di Milano”, che non erano presenti nel precedente Adp.

Analizzando il documento predisposto dalla società consulente Errevia, si scopre che ci troviamo ormai nella seconda metà della realizzazione dell’accordo. In pratica come cittadini ci siamo persi qualunque informazione in merito alla fase 1 (esiste anche una fase 0 ed è stata sostanzialmente la delibera della giunta di Regione Lombardia del 29 dicembre 2010 che ha dato il via al nuovo accordo), dedicata all’Orientamento, in cui sono stati definiti i contenuti di massima dell’Adp ed è stato predisposto il cronoprogramma, e alla fase 2, in cui si è verificata la fase di assoggettabilità dell’Adp alla procedura di Vas (Valutazione Ambientale Strategica) e si è redatto il documento preliminare di cui stiamo parlando in questo articolo.

Da questo momento in poi, ed entro il 30 settembre prossimo, si procederà con l’analisi della situazione, la stima dell’impatto sul territorio dell’Adp, la stesura del rapporto ambientale e la realizzazione della sua sintesi non tecnica che verrà messa a disposizione del pubblico per 60 giorni. La terza fase porterà poi alla stesura definitiva del piano, alla delibera da parte della giunta regionale e alla successiva ratifica da parte dei due comuni ancora interessati. La speranza è che almeno da questo momento in poi ci siano maggiori trasparenza e attenzioni nei confronti dei cittadini.

In questa situazione, bisognerà comunque vedere se e come verrà portata avanti la proposta di Giuseppe Augurusa (leggi qui) di rinviare la data di chiusura dell’Adp e di far rientrare nella discussione i comuni di Rho e di Garbagnate. Per farvi una completa cultura sull’Adp dell’area ex Alfa Romeo potete leggeri gli articoli che su QuiArese sono stati pubblicati nell’ultimo anno e mezzo:

Area ex Alfa: più tempo per l’Adp (18 febbraio 2012)

I Grilliaresini sul futuro dell’area ex Alfa (10 febbraio 2012)

Difendiamo Arese: fermiamo l’Adp (2 febbraio 2012)

Sull’Adp Alfa Romeo non si batte Chiodi (23 gennaio 2012)

Difendiamo Arese scrive al commissario (29 dicembre 2011)

Il coordinamento critica il nuovo Adp Alfa (27 giugno 2011)

Nuovo Adp area ex Alfa. Non c’è Rho! (10 gennaio 2011)

Poche risposte dal consiglio comunale (25 novembre 2010)

Salta l’accordo Alfa, nasce Arese Sud (13 ottobre 2010)

In 600 contro l’Accordo di programma (9 ottobre 2010)

Arese Sud e l’Alfa martedì in consiglio (9 ottobre 2010)

Area Alfa: sabato si manifesta (5 ottobre 2010)

Area Alfa: Difendiamo Arese dice no (17 settembre 2010)

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.