Home Cronaca

Asili, non ancora presa decisione definitiva

13 maggio 2013 – Ancora nulla di deciso, né tanto meno di deliberato. E’ quanto specifica l’amministrazione comunale in merito all’ipotizzata chiusura degli asili nel periodo estivo per svolgere gli interventi di bonifica dall’amianto. “In merito ai lavori di manutenzione straordinaria – rende noto il Comune – che interesseranno gli edifici scolastici in oggetto durante il periodo estivo, si comunica che il commissario straordinario, dott.ssa Anna Pavone, non ha ancora preso nessuna decisione definitiva in merito, né è stato assunto alcun atto formale”. Quanto comunicato ai genitori nel corso della riunione citata nell’intervento di una nostra lettrice (leggi qui) è, quindi, ancora suscettibile di variazioni: “Nell’incontro tenutosi il 9 maggio scorso – spiega l’amministrazione – i funzionari comunali hanno informato i genitori dei bambini frequentanti il nido L’Aquilone in merito ai risultati della mappatura sulla presenza amianto e conseguenti opere di bonifica, oltre ai lavori di manutenzione straordinaria previsti nelle scuole comunali”.

E’, invece, certo che i lavori di bonifica e di manutenzione straordinaria necessiteranno di almeno un paio di mesi di tempo per essere portati a termine, e che in questo periodo sarà necessario trasferire le attività degli asili : “Gli interventi sopraccitati – confermano dal Comune – prevedono una durata di almeno due mesi, pertanto si rende necessario trasferire le attività educative in altra sede disponibile, già da fine giugno. Questo consente da un lato di garantire la regolare attività dal prossimo mese di settembre e dall’altro, di coinvolgere un minor numero di bambini, visto che generalmente solo una parte frequenta il nido nel periodo estivo”. Come si diceva in apertura non è comunque ancora certo che la soluzione definitiva sarà quella inizialmente ipotizzata: “Attualmente – conferma l’amministrazione – si sta comunque verificando la fattibilità di ipotesi alternative al trasferimento dei bambini presso la scuola dell’infanzia Einaudi. Sarà nostra premura informare la cittadinanza in merito alle decisioni assunte”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.