Home Cronaca

Coronavirus: negli ultimi sette giorni ad Arese si sono registrati solo sei nuovi contagi

18 maggio 2021 – Sono decisamente incoraggianti i dati diffusi questa settimana dal Portale ATS e relativi all’evolversi della pandemia nella nostra città. I nuovi contagi nella settimana che va dal’11 al 18 maggio sono stati infatti solo sei, con il totale che ha raggiunto la cifra di 1.529. Per valutare il dato basta ricordare che solo settimana scorsa il numero di persone che erano risultate positive al Covid 19 nei sette giorni precedenti erano state 23, quindi circa quattro volte in più. Un’altra ottima notizia è quella che nell’ultima settimana non si è registrato nessun decesso legato al Coronavirus, con il totale da inizio pandemia fermo a 84. Cresce anche il numero di guariti, 27 nell’ultima settimana e 1.411 da inizio pandemia. Attualmente gli aresini ricoverati in ospedale a causa del Coronavirus sono solo nove, su un totale di 34 persone in quarantena, ovvero con con limitazioni allo spostamento; 102 infine i nostri concittadini posti in regime di sorveglianza.

Un contributo importante al netto miglioramento dei dati statistici lo ha probabilmente dato il procedere della campagna vaccinale: a oggi risultano infatti avere ricevuto la prima dose del vaccino 7.253 aresini, pari al 43,09 per cento delle persone in età vaccinale, che ad Arese sono 16.833. La seconda dose è invece stata somministrata a 2.937 persone, ovvero al 17,45 per cento degli aresini. “Fortunatamente – commenta il sindaco, Michela Palestra – questa settimana non si registrano decessi ed è diminuito il numero di casi anche sul nostro territorio. É notizia di ieri che è stato approvato il nuovo calendario delle riaperture, tanto atteso da ognuno di noi. Le indicazioni per le varie attività, le cerimonie, gli impianti sportivi, bar e ristoranti sono in evoluzione e la speranza è di tornare nei prossimi mesi alla quotidianità che conoscevamo prima che questa pandemia stravolgesse le nostre vite. Grazie alle vaccinazioni è migliorato il trend dei dati sui contagi e questo ci fa ben sperare per il futuro. Sono troppe le persone care che abbiamo perso. Rivolgendo un pensiero a loro e a tutti coloro che si sono adoperati in quest’anno tremendo, dobbiamo continuare a fare la nostra parte, rispettando le norme e le misure anti-contagio: mascherine, gel disinfettante, distanziamento”.

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese