Home Cronaca

Gesem: le novità per la distribuzione sacchi 2021 e le procedure adottate durante la pandemia

29 gennaio 2021 – Per il 2021 Gesem ha introdotto una serie di modifiche per quanto riguarda la raccolta rifiuti. Che però non riguarderanno le tipologie di sacchetti distribuiti, che saranno cinque. Ovvero i sacchi viola da 70 litri con codifica abbinata alla singola utenza per la raccolta del secco indifferenziato per le utenze domestiche, i sacchi azzurri da 110 litri con codifica abbinata alla singola utenza per la raccolta del secco indifferenziato per le utenze non domestiche, i sacchi gialli da 110 litri per la raccolta degli imballaggi misti (imballaggi in materiale plastico, alluminio, banda stagnata e acciaio), i sacchi compostabili per la raccolta della frazione organica e i sacchi verdi da 70 litri con codifica abbinata alla singola utenza per la raccolta di pannolini/pannoloni e traverse assorbenti a uso umano. Per richiedere questi ultimi, ed è una novità dedicata alle famiglie con bambini di età inferiore ai tre anni, ci si dovrà registrare nella sezione dedicata del sito Gesem e inserire la richiesta. I sacchi potranno poi essere ritirati gratuitamente, da chi ne ha diritto, direttamente dal distributore istallato presso gli uffici Gesem, 48 ore dopo la registrazione al servizio.

In caso di necessità sarà comunque possibile richiedere la consegna dei sacchi verdi a domicilio, contattando la Cooperativa Sociale Buenavista Onlus, affidataria del servizio, al numero verde 800-134706 (attivo dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 15.00) o inviando una mail all’indirizzo [email protected] Per famiglie con persone non autosufficienti è invece necessario compilare l’apposito modulo presente nel sito Gesem, che potrà poi essere o consegnato presso gli sportelli della società o inviato per via telematica nell’apposita sezione del sito relativa alle segnalazioni. In caso di difficoltà, sarà comunque possibile eseguire la procedura direttamente con l’incaricato di Buenavista durante le operazioni di consegna a domicilio.

Per quanto riguarda le pluriutenze, come ad esempio i condomini, come lo scorso anno ciascun utente è tenuto a gestire in autonomia i propri sacchi con codifica; è comunque facoltà del singolo condominio decidere se esporre i sacchi a livello individuale, inserirli in sacchi neutri da 110 litri, che ciascuno dovrà eventualmente procurarsi in autonomia, o, se presente, conferirli direttamente nel cassonetto condominiale.

Quest’anno il servizio di distribuzione è stato programmato tenendo in considerazione l’attuale situazione di emergenza legata alla diffusione del virus Covid-19. La distribuzione avverrà dunque esclusivamente a domicilio: gli operatori, muniti di adeguati dispositivi di protezione (guanti, mascherine e disinfettante per il palmare) effettueranno un primo passaggio porta a porta; qualora non dovessero trovare nessuno, lasceranno un avviso per informare che verrà comunque garantito un ulteriore passaggio di consegna. Se anche in questo caso nessuno dovesse essere presente presso l’abitazione, sarà lasciato un ulteriore avviso indicante un numero verde o una mail da contattare per concordare una consegna dedicata a domicilio. Prima dell’avvio della distribuzione sarà comunque effettuata una campagna di avvisi lasciati nelle buche delle lettere per informare dell’inizio. Come per gli anni scorsi, sarà possibile lasciare una delega scritta per il ritiro (il modulo è già pre-stampato sul foglio di avviso di avvio del servizio) a un parente o a un vicino di casa residente nella stessa via.

Gesem specifica anche che potrebbe capitare che alcuni utenti non siano presenti nell’elenco degli aventi diritto a ricevere i sacchi, in questo caso verrà lasciato nella buca delle lettere un avviso dedicato che invita a contattare direttamente i suoi uffici per verificare se si tratta di un mero errore di estrapolazione dei dati o se, invece, c’è qualche problema sulla loro posizione Tari. Sempre per garantire la propria sicurezza e quella dei cittadini, gli operatori, oltre ai DPI già descritti, nel caso dei condomini/complessi di villette, citofoneranno al massimo a due utenti per volta al fine di non creare assembramenti.

Per maggiori informazioni sulla distribuzione sacchi 2021, è possibile consultare il sito Gesem (clicca qui).

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese